[PR] Gain and Get More Likes and Followers on Instagram.

#milano🇮🇹

125803 posts

TOP POSTS

Buongiorno Milano! 🙏🏻 #milano🇮🇹 #energiapositiva

Proud Under Armour girl ✌
#IWILL #UnderArmour #milano🇮🇹 #tbt

That ,actually, very interesting , but I did not think about visiting Milan in my nearest future, but things went different for me and I am here. Well, I remember surfing the internet and looking this amazing view of Duomo and I made a wish to be here one day. Well, to say that I'm impressed is to say nothing. Milan captures my attention fully. 🐾🐾🐾

Paul Surridge, nuovo direttore creativo
di Roberto Cavalli.
Domani ore 15 Roberto Cavalli
Moda Donna Primavera/Estate 2018
Roberto Cavalli Spring/Summer 2018
Women's Collection
"🎵Luuuz na passarela que lá vem ela!!🌗🎵" 😄👸
⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐
@picsart
#picsart #insta #igers #instagram #instago #luxurylife #milano🇮🇹 #fashion #style #stylish #love #me #cute #nails #hair #beauty #beautiful #instagood #pretty #swag #girls #eyes #design #model #dress #shoes #heels #purse #jewlery #glam

Quanto sei bella #milano🇮🇹 ♥️ 🌚

Balie ai Giardini Pubblici negli anni '30.
Il fenomeno del baliatico prende piede a Milano a metà del Settecento, quando le famiglie più ricche iniziarono a mandare i loro numerosi figli presso balie residenti nel contado, fuori dalla città, nelle campagne.
Venivano ospitati in cascine dove erano allattati e allevati per i primi anni di vita, ovviamente dietro compenso.
Questa tradizione divenne un vero e proprio mercato intorno al 1770, quando anche il brefotrofio di Santa Caterina alla Ruota, dove da quasi 1000 anni erano abbandonati i neonati, incapace di ospitare le migliaia di bambini abbandonati ogni anno, iniziò a mandarli nelle campagne, pagando uno stipendio annuale. Dopo il sesto anno le famiglie potevano decidere se tenere il bambino o rispendirlo a Milano, dove sarebbe finita presso i Martinitt a imparare un mestiere.
L'ondata di abbandoni aumentò costantemente a inizio Ottocento, quando l'industrializzazione portò le giovani donne nelle fabbriche; iniziarono così a mandare i figli in camapagna anche le famiglie delle classi più basse.
Negli stessi anni aumentò la richiesta di balie in loco, che si trasferissero a vivere nelle case della ricca borghesia milanese per allevare i loro figli.
Iniziarono ad essere reclutate giovani ragazze dalle campagne. Inizialmente dalla Brianza, che per decenni fu un vero serbatoio di balie, poi dalla Valle dell'Olona e da tutto il Varesotto e sul finire dell'Ottocento anche dalle valli della Bergamasca e dalla Valtellina.
#milano #milano🇮🇹 #milanodaclick #milanosegreta #history #giardinipubblici #portavenezia #storia #lombardia #italy #italia #architect #archdaily #archilovers #architettura #architecture #architectureporn #photo #photooftheday #ig_milan #ig_milano

MOST RECENT

Una foto dei Bagni Misteriosi di De Chirico, nel giardino della Triennale, a fine anni '70, quando era ancora usata come piscina per i bambini.
Nel 1973, in occasione della XV Triennale di Milano, e nell'ambito del progetto "Contatto Arte/Città" erano state realizzate dodici opere, da collocare nel parco Sempione, con lo scopo di rendere le opere fruibili dalla cittadinanza.
La prima rappresentazione dei Bagni misteriosi è tuttavia molto più vecchia e risale al 1934 nella cartella di dieci litografie che de Chirico aveva pubblicato, a corredo di una raccolta di poemetti di Jean Cocteau dal titolo Mythologie.
De Chirico continuerà a proporre i Bagni in svariatissime versioni, anche molto più tardi riprenderà questo tema, che dipingerà e inciderà in nuove litografie in tantissime varianti.
Esposta all'aperto senza adeguate protezioni, l'opera ha subito nel tempo numerosi vandalismi, e negli anni 2001-2009 è stata restaurata. Attualmente all'interno del Museo del Novecento all'Arengario, sono esposte le sculture originali dei bagnanti e del pesce, mentre nella sede originale è stata lasciata una copia.
Il prototipo dei Bagni fu donato da de Chirico all'allora presidente della Triennale Remo Brindisi, e attualmente è conservato presso la Collezione d'Arte Contemporanea Remo Brindisi a Comacchio.
#milano #milano🇮🇹 #milanodaclick #milanosegreta #milanocity #italy #italia #ig_milan #ig_milano #triennalemilano #triennale #bagnimisteriosi #dechirico #arte #art #architect #archdaily #archilovers #architettura #architecture #architectureporn #architecturalphotography #history #storia #lombardia

Di ritorno da Grani&Braci ... Tris di gelato😍💜👑 #graniebracimilano #graniebraci #milano🇮🇹 #corsocomo #gelato #trisgelato #goloso #gruppoethos

JASMINE//🔥🔥💎golden_barbie for the @bulgariofficial event. #milano🇮🇹

That ,actually, very interesting , but I did not think about visiting Milan in my nearest future, but things went different for me and I am here. Well, I remember surfing the internet and looking this amazing view of Duomo and I made a wish to be here one day. Well, to say that I'm impressed is to say nothing. Milan captures my attention fully. 🐾🐾🐾

.. my feet won't touch the ground 🎶
I need something to turn myself around 🎶😊
...Going away, away towards the sea... (cit.)
#Arena #milano🇮🇹 #Salomonrunning #finisher #arrivedsafe #yesweran 🏃🏽‍♀️👟👟

Grazie a @wedding.decoration.ideas
----------
Tap Tap e Tagga un’amica! 🌈 - ❤️Like + Commento💬 - Segui @matrimoniofelice per restare sempre aggiornata! •
----------
.
.
.
.
.
#matrimoni #lecce #milano🇮🇹#matrimonio2017 #organizzarematrimonio #fotografomatrimoniomilano #matrimoniocivile #matrimoniodasogno #matrimonioverona #matrimonioverona

Most Popular Instagram Hashtags