#ig_italia_borghiecitta

MOST RECENT

• Italy 🇮🇹 • 🚶🏻‍♂️🎈
• The other side of Burano •

#itsitalybaby💙🇮🇹 #Repost @ig_italia
・・・
📷 @chiavedivolta
📍#Cefalu

Dislocato ai piedi di un promontorio roccioso, in provincia di Palermo, sorge uno dei borghi più belli d’Italia, il Comune di Cefalù, che ogni anno viene preso d’assalto da numerosi turisti, sia italiani che stranieri; durante la stagione estiva, il piccolo comune arriva a triplicare la propria popolazione, che riempie le piazze e le strade più importanti del paese.
La cittadina, sviluppatasi attorno al Duomo di Cefalù, voluto da Ruggero II, ha conservato con il passare dei secoli il suo antico aspetto, con le sue strade strette del centro storico, tipicamente medioevali. I palazzi che arricchiscono la città sono costituiti da decorazioni architettoniche e le numerose chiese presenti manifestano tutta l’importanza della sede vescovile. Particolarmente caratteristico è il borgo marinaro, con le case antiche fronteggianti il mare.

👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia #italia #ig_italia_borghiecitta #italy

Exhaustipated // too Tired to give a shit .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#capri #faraglioni #napoli #amalficoast #ig_italia #ig_italia_borghiecitta

📷 @chiavedivolta
📍#Cefalu

Dislocato ai piedi di un promontorio roccioso, in provincia di Palermo, sorge uno dei borghi più belli d’Italia, il Comune di Cefalù, che ogni anno viene preso d’assalto da numerosi turisti, sia italiani che stranieri; durante la stagione estiva, il piccolo comune arriva a triplicare la propria popolazione, che riempie le piazze e le strade più importanti del paese.
La cittadina, sviluppatasi attorno al Duomo di Cefalù, voluto da Ruggero II, ha conservato con il passare dei secoli il suo antico aspetto, con le sue strade strette del centro storico, tipicamente medioevali. I palazzi che arricchiscono la città sono costituiti da decorazioni architettoniche e le numerose chiese presenti manifestano tutta l’importanza della sede vescovile. Particolarmente caratteristico è il borgo marinaro, con le case antiche fronteggianti il mare.

👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia #italia #ig_italia_borghiecitta #italy

Alberobello és un municipi napolità amb un centre històric ple de 'trulli', una construcció sense morter feta amb pedra seca, que era fàcil d'enderrocar. El seu origen es remunta al s. XV, quan, per burlar la llei napolitana que obligava a les ciutats a pagar un tribut, les elits locals obligaven a la població en viure en aquestes precàries edificacions que no constaven com a habitatge pel seu caràcter temporal i que la seva aglomeració, per tant, no era considerada una ciutat. Finalment, el 1797 els ciutadans, farts de la precarietat, es van revoltar contra les elits que els impedien construir habitatges més dignes amb llibertat. Avui dia, s'ha convertit en un famós punt turístic.

When you’re stuck in the office dreaming about Italian waters 🌊 — @connawalker

📷 @golden_heart
📍Toscana

Se si pensa alla Toscana e ai suoi cipressi non può non tornare alla memoria Giosuè Carducci e Bolgheri, piccolo borgo della Maremma livornese.

L’immenso patrimonio artistico della regione offre infiniti spunti di discussione. Vi è un leit motiv che tiene legati come perle di una collana sia gli affreschi che i dipinti di oltre mille anni d’arte toscana.

Non è un elemento di stile nonostante che, senza le sue geometrie, l’effetto stilistico di molte opere d’arte non sarebbe lo stesso; non è un dato iconografico, anche se, senza di esso, il significato del quadro ne risulterebbe appiattito. È semplicemente un albero, più precisamente dell’albero-simbolo della regione: il Cipresso.

La sua inconfondibile chioma stretta e affusolata con terminale a punta come una lancia, ha contribuito alla caratterizzazione del paesaggio toscano: lo si trova dalla costa tirrenica alle morbide colline interne. Importato con molta probabilità dapprima durante la colonizzazione Fenicia e Greca, e poi dagli Etruschi.
È un albero sempreverde diffuso in tutte le regioni del mediterraneo medio-orientale dove nasce e cresce spontaneamente, dall’Iran all’Egitto, passando per la Grecia. Il tronco retto è di colore grigio-brunastro può raggiungere anche i 25 mt. di altezza. Le foglie sono piccolissime di colore verde cupo e squamiformi tanto da coprire interamente i rametti cilindrici.
👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia #italia #instagramitalia #ig_italia_borghiecitta #italy #cipressi

⛵️🐡💦

📷 @luigi_farina73
📍#CalaCoticcio

Buongiorno ragazzi, tra i simboli più riconoscibili e amati del Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena – nel nord est della Sardegna – c’è anche la splendida Cala Coticcio a Caprera, una spiaggetta nascosta tra le rocce della parte orientale dell’isola, una sorta di piscina naturale dalle incredibile acque turchesi, un’autentico acquario con tanti pesci e stelle marine che, essendo tutta l’area riserva naturale, non si possono e non si devono cogliere. Paradiso quindi chi ama lo snorkeling questa spiaggia è conosciuta anche con il sopranome di Tahiti, dovuto proprio alla sua straordinaria bellezza. Le spiaggette in realtà sono due e la più famosa è la seconda, quella con lo scoglio al centro dal quale è impossibile non provare l’ebbrezza di un tuffo in Paradiso.
A Cala Coticcio si può arrivare molto facilmente via mare, affittando un gommone o partecipando a uno dei tanti tour che quotidianamente portano i turisti a visitare l’arcipelago de La Maddalena, in alta stagione si può infatti osservare un gran numero di barche e yacht chiudere quasi l’orizzonte di questa piccola baia.
Non è l’unica buona ragione per la quale si consiglia di andarci soprattutto in bassa stagione, la spiaggetta infatti per quanto doppia è molto piccola, difficilmente ci stanno più di 30 persone, senza contare che il percorso via terra è un lungo e impegnativo sentiero che si snoda nella roccia, soprattutto la parte finale può mettere in difficoltà più di una persona e per completarlo ci voglio circa 35/40 minuti (se amate fare foto o non siete in gran forma fisica anche un’ora).

👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia #italia #ig_italia_borghiecitta #italy

Un'altro omaggio alla figura femminile: 'la #bagnante '. Statua situata a #Vasto in provincia di #Chieti , rappresenta una donna in un bikini molto stretto e il quesito che molti si pongono è : 'si sta allacciando o slacciando il #bikini ?'. La donna alta 3,60 metri fu costruita e fissata su quello scoglio dallo scultore Aldo D'Adamo di Ortona nel 1979, ci sono delle leggende che girano sulla donna, si pensa infatti che possa essere la figlia di un pescatore e che la donna annegò nel mare e il padre per renderle omaggio le costruì una statua. E voi la conoscete? Conoscete altre leggende sulla donna? 👩🏻👙🌙🌊
•••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
Another tribute to the female figure: 'La bagnante '. Statue located in Vasto in the province of Chieti, represents a woman in a very tight bikini and the question that many people ask themselves is: 'is lacing or loosening the #bikini ?'. The 3.60 meters tall #woman was built and fixed on that rock by the sculptor Aldo D'Adamo of Ortona in 1979, there are some legends that turn on the woman, it is thought that she can be the daughter of a fisherman and that the woman drowned in the sea and his father built a statue to pay her homage. And do you know her? Do you know other legends about women? 👩🏻👙🌙🌊 ▶️ Follow us @myt_makeyourtravel



📸 @canonitaliaspa 100D, 18-55

#makeyourtravel
#ig_abruzzo
#treviso
#thediscoverer
#neverstopesploring
#agameoftones
#ig_italia_borghiecitta
#ourdailyplanet
#ig_collection
#fingerprintofgod
#ilikeitaly
#italia_in_grande_food
#portrait_italy #luneluglio #igersofficial #igersitalia

Repost @ig_italia
by @media.repost:
📷 @luigi_farina73
📍#CalaCoticcio

Buongiorno ragazzi, tra i simboli più riconoscibili e amati del Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena – nel nord est della Sardegna – c’è anche la splendida Cala Coticcio a Caprera, una spiaggetta nascosta tra le rocce della parte orientale dell’isola, una sorta di piscina naturale dalle incredibile acque turchesi, un’autentico acquario con tanti pesci e stelle marine che, essendo tutta l’area riserva naturale, non si possono e non si devono cogliere. Paradiso quindi chi ama lo snorkeling questa spiaggia è conosciuta anche con il sopranome di Tahiti, dovuto proprio alla sua straordinaria bellezza. Le spiaggette in realtà sono due e la più famosa è la seconda, quella con lo scoglio al centro dal quale è impossibile non provare l’ebbrezza di un tuffo in Paradiso.
A Cala Coticcio si può arrivare molto facilmente via mare, affittando un gommone o partecipando a uno dei tanti tour che quotidianamente portano i turisti a visitare l’arcipelago de La Maddalena, in alta stagione si può infatti osservare un gran numero di barche e yacht chiudere quasi l’orizzonte di questa piccola baia.
Non è l’unica buona ragione per la quale si consiglia di andarci soprattutto in bassa stagione, la spiaggetta infatti per quanto doppia è molto piccola, difficilmente ci stanno più di 30 persone, senza contare che il percorso via terra è un lungo e impegnativo sentiero che si snoda nella roccia, soprattutto la parte finale può mettere in difficoltà più di una persona e per completarlo ci voglio circa 35/40 minuti (se amate fare foto o non siete in gran forma fisica anche un’ora).

👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia #italia #ig_italia_borghiecitta #italy

Most Popular Instagram Hashtags