[PR] Gain and Get More Likes and Followers on Instagram.

#francescavergani

418 posts

TOP POSTS

"Il buio in effetti arrivò prima di loro. Quando raggiunsero il sentiero del promontorio le tenebre erano così fitte che non si vedeva niente. Si fermarono nel vento che veniva dal mare, mano nella mano, l'erba che sibilava tutto intorno. Dobbiamo andare avanti, disse l'uomo. Forza.
Non ci vedo.
Lo so. Facciamo un passo per volta.
Ok.
Non mi lasciare la mano.
Ok.
Qualunque cosa succeda.
Qualunque cosa succeda"
Cormac McCarthy, La strada.
McCarthy, con l'esattezza che contraddistingue sempre la sua narrazione, ci presenta nel suo capolavoro "La strada" un padre e un figlio che vagano nel nulla di uno scenario post-apocalittico, due anime semplici spogliate di tutto, salvo che della propria umanità.
E voi, quale romanzo di questo scrittore - così realista e visionario insieme - avete preferito?
#microcosmi
#bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libri #libridaleggere #libribelli #consiglidilettura #cormacmccarthy #lastrada #einaudi #leggere #leggeresempre #lettura #instalettura #leggendo #ioleggo #romanzo #narrativa #citazionidilibri #recensionidilibri #instafoto #francescavergani

"No, non potevo capire. Dovevo vederlo, quel mondo che gli procurava tanta felicità"
Paolo Cognetti, Le otto montagne.
Ritroviamo, tra le pagine di questo libro, l'esperienza kantiana del sublime attraverso la quale l'uomo percepisce sgomento di fronte a spettacoli naturali di rara intensità, interiorizzando così i propri limiti e scorgendo un infinito tanto vicino quanto sfuggente. La montagna è ciò che scuote restituendo felicità ma é anche molto di più, è un terreno fertile per coltivare amicizie e un modello educativo nella relazione padre-figlio. Cognetti, a partire dal dato empirico, riesce ad elevarsi ad una dimensione più profonda, più spirituale, tratteggiando una storia unica e completa nella sua semplicità.
Buon sabato cari #lettori 📚❤
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibro #instalibri #libribelli #libridaleggere #librichepassione #librimania #amoreperilibri #consiglidilettura #leottomontagne #paolocognetti #premiostrega #narrativa #romanzo #scrittoriitaliani #leggere #leggeresempre #lettura #leggendo #citazionidilibri #recensionidilibri #scrivendo #montagna #kant #sublime #instafoto #francescavergani

Oggi esploriamo il paradiso dei primissimissimi libretti per bambini, si tratta dei libri di stoffa e dei libri per il bagnetto. In libreria ne potete trovare di mille colori e forme, noi ve ne consigliamo due in particolare: il piccolo libro con disegnata una graziosa giraffa su sfondo rosso unisce alla morbidezza della stoffa gli effetti sonori, è presente infatti un classico sonaglietto e ogni pagina, anche semplicemente sfiorandola, riproduce il suono della plastica accartocciata che tanto fa impazzire i bimbi (se non avete idea di ciò a cui mi riferisco provate a dare in mano ad un bambino una semplice bottiglietta d'acqua vuota e l'espressione del suo volto vi lascerà senza fiato 😀) Il libro con ritratto il pulcino è invece impermeabile ed è un ottimo strumento per rendere più piacevole l'attività - delle volte poco apprezzata - del bagnetto e comprende anche un simpatico guanto burattino a forma di pulcino 🐥 Insomma, anche con piccini di tre mesi ci si può sbizzarrire e nel frattempo iniziare il lungo percorso di approccio al libro 📚😀
@galluccieditore
E voi, a quale età avete comprato o regalato i primi libri per bambini?
Buona serata cari #lettori 🌙
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libriperbambini #libriperlinfanzia #libridistoffa #libriperilbagnetto #libriperbebè #baby #babybook #babybooks #libribelli #libridaregalare #primilibri #primeletture #instalettura #libri #libro #leggere #recensionilibriperbambini #childwood #children #infanzia #francescavergani

"Era il figlio nel quale Lincoln aveva riposto le sue più vive speranze, un piccolo specchio di se stesso, per così dire, a cui poteva rivolgersi francamente, apertamente, con fiducia".
George Saunders, Lincoln nel Bardo.
Coraggiosamente innovativo dal punto di vista stilistico, dannatamente toccante per profondità e sensibilità dei contenuti. Amore, dolore, rassegnazione e infine accettazione si intrecciano nel cammino di Willie e Mr Lincoln.
E voi, come lo avete trovato cari #lettori ? Buona giornata 😀📚
#microcosmi
#bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libri #libribelli #libridaleggere #librimania #librisulibri #librichepassione #consiglidilettura #lincolnnelbardo #georgesaunders #feltrinellieditore #feltrinelli #leggere #leggeresempre #lettura #instalettura #instareading #ioleggo #citazioni #narrativa #romanzo #letteratura #fotodilibri #francescavergani

- E diedi anche dei consigli. Dissi: <<Mio zio Alex Vonnegut, un assicuratore che aveva studiato ad Harvard e che abitava al 5033 di North Pennsylvania Street, mi insegnò una cosa molto importante. Disse che quando le cose vanno davvero bene dovremmo fare in modo di accorgercene. <<Non parlava di grandi trionfi bensì di semplici epifanie: bere una limonata all'ombra in un pomeriggio afoso, sentire il profumo di una panetteria vicina, pescare e fregarsene se si pesca qualcosa o no, ascoltare qualcuno che suona bene il piano nell'appartamento accanto al nostro.
<<Zio Alex mi suggeriva, in tali occasioni, di dire a voce alta: "Se non è bello questo, cosa mai lo è?">>.
Kurt Vonnegut, Cronosisma.
Ripetutamente la storia si ripete ma cosa accadrebbe se gli uomini si impossessassero nuovamente del libero arbitrio?
Tra realtà e fantasia, con uno stile incisivo e demistificatorio, Kurt Vonnegut illustra la storia nella sua più profonda tragicità strappando ai suoi lettori sorrisi amari intrisi di consapevolezza perché in fondo "Il nostro cervello è in grado abbastanza da consentirci di adattarci alle sue pagliacciate".
Buona giornata cari #lettori , cosa state leggendo? 📚❤
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibro #libridaleggere #libribelli #librichepassione #librimania #librisulibri #amoreperilibri #consiglidilettura #kurtvonnegut #cronosisma #minimumfax #narrativa #scrittori #novecento #instareading #leggendo #leggere #leggeresempre #lettura #letturachepassione #frasi #citazioni #commenti #francescavergani

"Uccidimi. Sì, forse sarebbe dovuto essere questo il finale logico della storia degli amori di caino e lilith, ma lui non la uccise. La baciò lungamente sulle labbra, poi si alzò, la guardò ancora una volta e andò a concludere la notte nel letto del custode".
José Saramago, Caino.
Saramago, con incredibile intelligenza, si confronta ancora una volta con la religione - in particolare, in questo testo, con l'Antico Testamento - facendo emergere come "La storia degli uomini è la storia dei loro fraintendimenti con Dio, né lui capisce noi, né noi capiamo lui".
Un libro denso di significati ma tuttavia aereo per grandezza stilistica.
Quali sono i vostri romanzi preferiti dello scrittore portoghese e premio Nobel nel 1998?
Buona giornata cari #lettori 📚
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libri #libridaleggere #libribelli #librisulibri #librichepassione #consiglidilettura #caino #josésaramago #Feltrinelli #feltrinellieditore #leggere #leggeresempre #instalettura #instareading #lettura #leggendo #ioleggo #narrativa #letteratura #romanzo #citazioni #citazionidilibri #francescavergani

"Stavo scappando da un marito che mi aveva tradito ma si sentiva in colpa, tanto in colpa da rivolermi indietro. Ma io non ero abbastanza coraggiosa per tornare. Volevo concentrarmi su me stessa. Avevo il cuore spezzato, sì, ma forse questa era la mia possibilità di vivere come e dove volevo. Di sicuro mi sarei sentita sola. Di sicuro mi sarebbe mancata la compagnia. Ma l'idea di una libertà autentica era seducente".
Paradisi minori, M. M. Bergman
Paradisi minori è la prova di quanto lo stile narrativo possa addolcire la vita, nelle sue infinite sfumature, nelle sue difficoltà e ingiustizie. Megan Mayhew Bergman racconta di uomini e donne alle prese con una quotidianità infranta, di uomini e donne che si trovano di fronte ad un bivio, di uomini e donne scissi tra amore e solitudine. Questi dodici racconti, così delicati ed aspri, parlano di tutti noi, delle nostre ombre e della fatica e forza per ritrovare la luce.
Buona domenica cari #lettori 📚❤
#microcosmi
#bookstagram #instabook #instalibro #instalibri #libridaleggere #libribelli #librisulibri #librimania #librichepassione #consiglidilettura #paradisiminori #nneditore #leggere #leggeresempre #instalettura #lettura #leggendo #ioleggo #reading #pagine #citazioni #recensionidilibri #francescavergani #domenica #instasunday

"Era il 1861. Flaubert stava scrivendo Salammbô, l'illuminazione elettrica era ancora un'ipotesi e Abramo Lincoln, dall'altra parte dell'Oceano, stava combattendo una guerra di cui non avrebbe mai visto la fine.
Hervé Joncour aveva 32 anni.
Comperava e vendeva.
Bachi da seta".
Alessandro Baricco, Sera.
La storia dell'amore taciuto di una moglie. Un matrimonio compromesso da uno sguardo ammaliante ed estraneo. Un romanzo che è poesia, delicatezza e sensualità. Una storia d'amore rara ma autentica. Una lettura indimenticabile.
Buona giornata cari #lettori 📚❤
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libridaleggere #libribelli #consiglidilettura #seta #alessandrobaricco #feltrinelli #narrativa #romanzo #scrittoriitaliani #pagine #leggendo #lettura #instalettura #instareading #fotografia #francescavergani

MOST RECENT

"Il buio in effetti arrivò prima di loro. Quando raggiunsero il sentiero del promontorio le tenebre erano così fitte che non si vedeva niente. Si fermarono nel vento che veniva dal mare, mano nella mano, l'erba che sibilava tutto intorno. Dobbiamo andare avanti, disse l'uomo. Forza.
Non ci vedo.
Lo so. Facciamo un passo per volta.
Ok.
Non mi lasciare la mano.
Ok.
Qualunque cosa succeda.
Qualunque cosa succeda"
Cormac McCarthy, La strada.
McCarthy, con l'esattezza che contraddistingue sempre la sua narrazione, ci presenta nel suo capolavoro "La strada" un padre e un figlio che vagano nel nulla di uno scenario post-apocalittico, due anime semplici spogliate di tutto, salvo che della propria umanità.
E voi, quale romanzo di questo scrittore - così realista e visionario insieme - avete preferito?
#microcosmi
#bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libri #libridaleggere #libribelli #consiglidilettura #cormacmccarthy #lastrada #einaudi #leggere #leggeresempre #lettura #instalettura #leggendo #ioleggo #romanzo #narrativa #citazionidilibri #recensionidilibri #instafoto #francescavergani

"<<Perché siamo i disperati>> disse l'uomo. <<Quelli che non hanno niente da perdere. Siamo quelli completamente abbruttiti>>"
E. Hemingway, Avere o non avere.
Tra pesca, caccia e alcol, Hemingway ci presenta - in questi originari tre racconti pubblicati successivamente in un unico romanzo - l'America degli emarginati, di coloro che nulla hanno e sono disposti a tutto pur di sopravvivere e si rivela così un attento osservatore di quel divario socio-culturale che non ha mai smesso di crescere.
#microcosmi #bookstagram
#instabook #instalibri #instalibro #libri #libridaleggere #libribelli #librimania #libriclassici #librichepassione #consiglidilettura #ernesthemingway #avereononavere #Mondadori #leggere #leggendo #lettura #instalettura #ioleggo #classici #letteratura #narrativa #america #citazionidilibri #citazioni #instafoto #francescavergani

"Si dice inoltre, signori, che l'uccello vola da sè verso il cacciatore. È la verità, sono pronto ad acconsentire: ma chi è qui il cacciatore, chi l'uccello?" F. Dostoevskij, Il sosia.

#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libridaleggere #libribelli #librisulibri #librichepassione #librimania #consiglidilettura #fëdordostoevskij #ilsosia #Garzanti #leggere #leggeresempre #lettura #leggendo #ioleggo #pagine #frasi #citazioni #francescavergani

"La gratitudine era solo la metà di ciò che provavo. L'altra metà era rabbia e risentimento, un residuo di tutto il caos precedente, che in un modo o nell'altro i miei genitori non erano stati in grado di risolvere. Ma c'era anche una notevole quantità di collera nel dover essere grata, nel doverlo essere sempre di più, era un conto che non si chiudeva mai ed era reso più bruciante dall'insistenza con cui Doris ripeteva che non dovevo pensarci"
Jenny Diski, In gratitudine.
L'interiorizzazione e l'accettazione della malattia, un'infanzia tormentata che riaffiora tra i ricordi di una vita, un rapporto difficile da definire a causa della sua complessità, "In gratitudine" è tutto questo e molto altro, è il grido di una donna, Jenny Diski, che si trova di fronte ad una diagnosi di cancro e percepisce la caducità della propria esistenza. Scriverne diviene per lei inevitabile e le pagine bianche si riempiono di ricordi che rivelano il tentativo di comprendere quel sentimento - che oscilla tra gratitudine e ingratitudine - per Doris Lessing, premio Nobel per la Letteratura e tutore di Jenny dall'età di quindicianni, e i genitori naturali. Un racconto emozionante e terribilmente sincero, una lettura davvero magnifica.
Buona giornata cari #lettori 📚❤
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibro #instalibri #libridaleggere #libribelli
#librisulibri
#librichepassione
#consiglidilettura #ingratitudine #jennydiski #nneditore #leggere #leggeresempre #leggendo #narrativa #romanzo #citazioni #recensionidilibri #francescavergani #letteratura #pagine #frasi #ricordi

"Per tuo grande sollievo i vostri caratteri non avevano niente in comune. Lei rideva più di te, era più libera ed estroversa, più calda: eppure, scendendo giù giù, fino al profondo dove foste uniti, sentivi di aver conosciuto un'altra versione di te stesso - ma molto più evoluta, più capace di esprimere quello che tu tenevi tappato dentro, una creatura più sana. Tu la adoravi, e per la prima volta in vita tua l'adorata ricambiava la tua adorazione. Venivate da mondi diversissimi, una giovane luterana del Minnesota e un non più giovanissimo ebreo di New York, ma solo due mesi e mezzo dopo il vostro incontro casuale il 23 febbraio di trent'anni fa, decideste di andare a vivere insieme. Fino allora, ogni decisione che avevi preso sulle donne era stata sbagliata - ma questa non lo fu".
Paul Auster, Diario d'inverno.
Un'autentica dichiarazione d'amore nei confronti della moglie.
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libri #libridaleggere #libribelli #librisulibri #librimania #librichepassione #consiglidilettura #diariodinverno #paulauster #einaudi #leggere #leggeresempre #leggendo #lettura #ioleggo #diario #narrativa #pagine #frasi #citazioni #amore #citazionidilibri #instafoto #francescavergani

"io gliel'ho detto che la vita... gli ho detto, quel che di bello c'è nella vita è sempre un segreto... per me è stato così... le cose che si sanno sono le cose normali, o le cose brutte, ma poi ci sono dei segreti, ed è lì che si va a nascondere la felicità..." Alessandro Baricco, Castelli di rabbia.

Sicuramente tra i più conosciuti e amati dai lettori, Castelli di rabbia manifesta l'urgenza che ognuno ha di raccontare la propria storia, perché così sono i personaggi di Alessandro Baricco, si portano dietro un fardello di felicità e sofferenza ancora inespresso che scalpita dalla voglia - e dall'esigenza - di emergere in superficie.
E voi, come lo avete trovato cari lettori?

#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibro #instalibri #libridaleggere #libribelli #librisulibri #librimania #librichepassione #libri #consiglidilettura #castellidirabbia #Feltrinelli #feltrinellieditore #leggere #leggeresempre #lettura #narrativa #scrittoriitaliani #letteratura #romanzo #citazioni #recensioni #pagine #frasi #parole #instafoto #francescavergani

"Sei senza dubbio un essere menomato e ferito, un uomo che si è portato dentro una ferita dalla nascita (altrimenti perché avresti passato la vita a sanguinare parole su una pagina?) e i vantaggi che ottieni dall'alcol e dal tabacco fungono da stampelle per tenere in piedi il tuo io lesionato e farlo muovere per il mondo. Auto-medicazione, la chiama tua moglie. Lei, a differenza della madre di tua madre, non ti vuole diverso. Tua moglie tollera le tue debolezze e non si lamenta, non ti sgrida, e se è in ansia è soltanto perché vorrebbe che vivessi per sempre. Calcoli i motivi per cui l'hai tenuta vicino a te per tanti anni, e senza dubbio questo è uno, uno degli astri luminosi nella vasta costellazione dell'amore duraturo".
Paul Auster, Diario d'inverno.
Un uomo alle prese col proprio passato nel tentativo di conoscere e conoscersi. In queste pagine frammentate troviamo la volontà di attribuire un senso alla propria esistenza, ed è proprio attraverso la scrittura, così intima e introspettiva, che Paul Auster si lascia andare ai ricordi ed alle emozioni e quello che ne emerge è un crudo - ma dolce - realismo.
Una lettura che mi ha davvero rapito, trasmettendomi tutta la sofferenza e l'amore che in una vita sola si può sperimentare.
Da leggere, assolutamente.
Buona domenica cari #lettori 📚🌞
#microcosmi
#bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libridaregalare #libridaleggere #libribelli #librichepassione #librimania #consiglidilettura #paulauster #diariodinverno #einaudi #leggere #leggeresempre #instalettura #instareading #leggendo #narrativa #romanzo #citazioni #recensionidilibri #francescavergani

"In ogni caso, è così che diventi uno dei tanti uomini senza una donna. In un attimo. E una volta che lo sei diventato, la loro solitudine ti si attacca addosso per sempre, è un colore che ti entra dentro, come una macchia di vino su un tappeto chiaro. Farla sparire è un lavoro improbo. Col tempo può darsi che sbiadisca, ma almeno finché respiri resterà lí, indelebile. Ha le sue prerogative di macchia, che includono a volte il diritto alla parola. E tu dovrai vivere insieme alle sue piccole variazioni, insieme ai suoi contorni che prendono significati mutevoli".
Murakami Haruki, Uomini senza donne.
L'immaginazione sconfinata di Murakami incontra - in questi sette racconti - il reale e variopinto universo di due mondi, quello femminile e quello maschile, che si attraggono e respingono continuamente, due mondi diversi ma complementari che ricercano ostinatamente - insieme - la loro felicità. Tra sofferenza, dolore, amore, amicizia e solitudine, Murakami indaga con lucida sensibilità il campo delle emozioni umane proiettandoci, come solo lui sa fare, in un'altra dimensione, così reale e così - al contempo - fantastica, in cui finiremo col perderci sino a ritrovare noi stessi. Ormai lo sapete, quando si tratta dei racconti di Murakami non posso che parlarne con un rispettoso incanto.
Buona giornata cari #lettori 📚🌼
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libridaleggere #libribelli #librisulibri #consiglidilettura #uominisenzadonne #murakami #murakamiharuki #klimt #ledonnediklimt #einaudi #leggeresempre #leggere #leggendo #lettura #letturachepassione #citazioni #commenti #francescavergani

"Provava un piacere triste e ironico al pensiero che quel poco di conoscenza che si era conquistato l'avesse condotto a tale consapevolezza e che alla lunga tutte le cose - perfino ciò che aveva imparato e che gli consentiva quelle riflessioni - erano futili e vuote, e svanivano in un nulla che non riuscivano ad alterare".
John Williams, Stoner.
Se qualcuno dovesse chiedermi di che cosa parla questo libro risponderei semplicemente così : della sofferenza. Perchè "Stoner" è la storia della struggente sofferenza di un uomo che sperimenta il fallimento della propria vita. Stoner, oscillando ripetutamente tra momenti di lucidità e consapevolezza, si ritrova più volte a chiedersi "se la sua vita fosse degna di essere vissuta", ma queste fugaci intuizioni finiscono per essere soffocate dalla sua spiccata inettitudine confinandolo così nella propria comfort-zone: l'istituzione universitaria. Ho letto spesso di "stupefacente dedizione allo studio" nelle recensioni di questo libro, beh, io vi dico che per me l'Università per Stoner era un rifugio, era prima di tutto una scappatoia piuttosto che amore per il sapere. E cosa ci potrebbe mai essere di lodevole nel fuggire dalla propria vita? Perché questo ripetutamente fa Stoner, nel tentativo costante di ridisegnare se stesso finisce sempre per cedere alla propria passività. Conosce l'amore ma è troppo codardo per vivere in funzione di esso, persino la relazione con la figlia amata diviene un fallimento, il suo matrimonio è un fallimento. Stoner è un campione nel fallimento. Aspettiamo per tutta la narrazione una svolta, che ad un certo punto sembrerebbe persino esserci grazie alla magnifica Katherine Driscoll ma anche questa fiammella sarà destinata a spegnersi lasciando a Stoner un'esistenza prevalentemente passiva. Non ho amato questo personaggio, mi ha suscitato moltissima rabbia. Quello che ho amato però é lo stile di John Williams, una prosa asciutta, romantica e malinconica. Non posso elevare questo romanzo a capolavoro ma merita indubbiamente di essere letto.
Buona giornata cari #lettori 📚🌼
#microcosmi #bookandcoffee #bookstagram #consiglidilettura #johnwilliams #stoner #recensioni #francescavergani

"Ma cosa sono ottant'anni? Il tempo se ne vola via, come avesse ali d'uccello. Dai giorni di quel giovane sono trascorsi un migliaio e molte centinaia d'anni, e presto saranno dimenticati anche il nostro nome e le nostre vicende, e della nostra vita non rimarrà più traccia, se non forse una piccola, incerta leggenda..."
Hermann Hesse, Leggende e fiabe. Il giovane innamorato.
Poetiche e oniriche, Le leggende e le fiabe di Hermann Hesse sono intrise del fascino unico della tradizione popolare e sono in grado di riaccendere lo stupore infantile che si è progressivamente spento con la crescita e l'età adulta.
Per gli amanti del genere, un piccolo scrigno delle meraviglie da non farsi assolutamente mancare 🌼📚
#microcosmi #bookstagram #instabook #fiabe #favole #consiglidilettura #hermannhesse #instalibri #instalibro #libri #libridaleggere #libribelli #leggere #leggendo #lettura #instalettura #citazioni #frasi #commenti #foto #francescavergani

"Ricerchiamo un bene non apparente ma solido costante e bello soprattutto dentro: portiamolo alla luce. Non è lontano. Lo troveremo, basta solo sapere dove stendere la mano."
Seneca, Sulla felicità.
La ricerca spasmodica della felicità coinvolge tutti noi. Consapevoli o no, cerchiamo ostinatamente ciò che ci fa stare bene. Rovistiamo tra i volti, vagabondiamo per strada, ci rifugiamo nei ricordi, molto spesso ci dimentichiamo che la vera forza, quell'istinto vitale di autoconservazione, è nascosto proprio dentro di noi. In un mondo che ci proietta costantemente al di fuori di noi stessi, dobbiamo ritrovare l'intimità con i nostri pensieri e i nostri sentimenti, percepiremo così un'istintiva esigenza di conoscerci autenticamente, ci riprenderemo gradualmente una libertà interiore che ci appartiene, restituendo alla vita una consapevolezza più matura. Perché dapprima siamo ciò che pensiamo. Dunque, questa agognata felicità, non necessita in principio di uno sforzo introspettivo? [Riflessioni sciolte che scaturiscono dalla lettura dei dialoghi di Seneca, "una terapia contro il delirio della vita e, certamente, una felicità per l'intelletto" (Dario Del Corno) ]
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libridaleggere #libribelli #consiglidilettura #seneca #sullafelicita #leggere #leggeresempre #lettura #instalettura #citazioni #filosofia #riflessioni #francescavergani

"Quando parliamo dell'avidità degli umani nello sfruttare la natura e nel depredare le risorse, parliamo di uno dei maggiori problemi della vita odierna".
Ai Weiwei, l'artista cinese che porterà al Festival del cinema di Venezia il film -documentario Human Flow, su @la_lettura ! Non perdetevelo! [In foto: natura in gabbia]
#microcosmi #lalettura #cinema #festivaldivenezia #humanflow #aiweiwei #natura #nature #instanatura #umanità #umanitainfuga #fotografia #instafoto #francescavergani

"Anche gli adulti, dunque, soffrivano per cose futili e passeggere?"
Irène Némirovsky, Il ballo.
Bellissimi e coloratissimi, i libri della Piccola Biblioteca Adelphi ci regalano storie affascinanti e indimenticabili. Quali sono le vostre preferite?
Buona giornata cari #lettori 📚☕
#microcosmi #bookandcoffee #bookstagram #instabook #instalibri #instalibro #libridaleggere #libribelli #librisulibri #piccolabibliotecaadelphi #Adelphi #leggere #leggeresempre #consiglidilettura #irènenémirovsky #instalettura #ilballo #fotodilibri #citazioni #francescavergani

"Rendimi felice, e io sarò di nuovo virtuoso."
Mary Shelley, Frankenstein.
Un classico intramontabile. Una lettura che non si dimentica.
L'avete letto cari #lettori ?
#microcosmi #bookstagram #instabook #libribelli #libridaleggere #classici #classicidellaletteratura #frankestein #maryshelley #leggere #leggeresempre #instalettura #citazioni #foto #francescavergani

"Se cominciavo a scrivere in modo complicato, o come uno che introduce o presenta qualche cosa, scoprivo di poter tagliare quella voluta o quel fronzolo e gettarlo via e cominciare con la prima frase semplice e sincera che avevo scritto. Su in quella stanza decisi che avrei scritto un racconto su ogni cosa che conoscevo. Cercavo di farlo per tutto il tempo che scrivevo, ed era un'eccellente, rigida disciplina".
E. Hemingway, Festa mobile.
Spesso leggiamo pagine e pagine di virtuosismi e grattando più a fondo scopriamo un terreno arido e privo di profondità emotiva. Delle volte invece le scelte linguistiche sono impeccabili tanto da saper dosare magistralmente l'impatto emotivo voluto. Tutto sta nelle scelte stilistiche dello scrittore. Ma ora, qui, se vi dovessi chiedere di scegliere tra semplicità e ricercatezza, che stile sentireste più vostro?
Buona giornata cari #lettori 📚❤
#microcosmi #bookstagram #bookandcoffee #instalibro #instalibri #libridaleggere #libribelli #consiglidilettura #hemingway #festamobile #perchisuonalacampana #Mondadori #leggere #leggeresempre #lettura #instalettura #leggendo #stilenarrativo #citazioni #francescavergani

"Se Julia avesse dovuto essere del tutto onesta, non avrebbe saputo esporre facilmente le ragioni per fare quello che non riuscivano a dire. Era infelice, ma non era convinta che per qualcun altro la sua infelicità non potesse essere felicità. Aveva desideri inappagati - desideri profondi - ma era probabile che lo stesso valesse per chiunque altro, sposato o non sposato. Voleva di più, ma non sapeva se si poteva trovare qualcosa di più. Una volta non saperlo era stimolante. Era come avere fede. Adesso era agnosticismo. Come non sapere."
J. Safran Foer, Eccomi.
Alcuni ingranaggi della famiglia Bloch si sono inceppati: Jacob e Julia assistono al progressivo svanire della loro intimità - emotiva e carnale - lasciando che ad essa succeda una routine volta a sedare le reciproche frustrazioni, il lavoro non è piu così appagante, l'educazione - dapprima condivisa - dei figli vacilla, gli stessi figli si accorgono che qualcosa nei loro genitori, semplicemente, non va. Eccomi inizia con una tematica più che attuale, una famiglia giunta al capolinea, alla quale Foer affianca uno stile sfacciato e brutale (esperimento più che riuscito e mi riferisco ai messaggi iniziali). Fino a qui tanto di cappello. Il problema insorge quando a tutto ciò si aggiungono lo scoppio della guerra in Israele, la morte del bisnonno, i genitori di Jacob, i cugini ebrei, la problematicità del figlio Sam che è spesso fuori controllo (va bene una facciata sulla masturbazione del figlio ma di più è gratuita e perde l'effetto voluto), Marck, Argo e tanto altro ancora. La sensazione è che la situazione (o la penna) sia sfuggita di mano e si sa, il troppo diventa ripetitivo e -a tratti - noioso. Questo ha trasformato un necessario dinamismo in staticità narrativa con tanto di argomenti trascinati e ritrascinati (soprattutto nella seconda parte). Azzardo : togliendo almeno 200 pagine di 661 , Eccomi sarebbe stato un gran romanzo. Così ne apprezzo l'intuizione ma quello che ho tra le mani é un romanzo impreciso che ha voluto strafare.
E voi, cosa ne pensate cari #lettori ?
#microcosmi #bookstagram #instabook #instalibri #jonathansafranfoer #eccomi #Guanda #consiglidilettura #citazioni #francescavergani

"Quella sera io avevo otto anni, mio padre trentadue. Benché io non possa ancora affermare di capirlo né di sapere che tipo di persona fosse, adesso che ho sette anni in più di quanti lui ne avesse all'epoca, riesco a comprendere alcune cose con maggiore facilità. Per esempio l'enorme differenza esistente tra le nostre giornate. Mentre le mie erano colme di significato, dove ogni passo apriva a nuove possibilità e ogni possibilità mi riempiva totalmente in un modo che ora mi risulta inspiegabile, il senso delle sue non si concentrava su singoli avvenimenti, ma si dilatava espandendosi su superfici così grandi che era impossibile coglierle se non ricorrendo a concetti astratti. Uno era 'famiglia', l'altro 'carriera'."
Karl Ove Knausgård, La morte del padre.
Le esperienze, le emozioni, i ricordi vanno lasciati sedimentare nel profondo della coscienza per poterli, successivamente, comprendere a fondo. Questo è quello che ha fatto Knausgård: ha lasciato che la propria vita decantasse per poi avvalersi della scrittura, la sola in grado di riesumare verità ripercorrendo la strada tortuosa della memoria. "La morte del padre" non è solo un romanzo autobiografico, è anche una ricerca di senso nella propria torbida esistenza.
E a voi, cari lettori, è piaciuto?
Buona giornata e buone letture 📚❤
#microcosmi #bookstagram #bookandcoffee #instabook #instalibri #instalibro #libribelli #libridaleggere #librisulibri #librimania #libri #consiglidilettura #lamortedelpadre #karloveknausgaard #Feltrinelli #leggere #lettura #leggeresempre #citazioni #recensioni #francescavergani

Most Popular Instagram Hashtags