#dipinto

MOST RECENT

Colibrì, work in progress. Olio, Tela 20/20
#perditempo #dipinto #olio #tela #colibrì #passione #mywork #workinprogress

Partire è la più bella e coraggiosa di tutte le azioni. Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui che sa dare valore alla libertà. Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tuttavia sentirsi a casa ovunque, e partire alla conquista del mondo. ⚓️🛥


#gallipoli #paesaggio #porto #dipinto #blues #marechiaro #barchette #ricordi #portodigallipoli #rivieraionica #cafèdelmar #salento #adidas #camiciadilino #bianca #sobrietà #linguage #salentini #puglia #adorable #dreams #lovegallipoli #tuttostupendo #darifare #innamoratopazzo #brividi #cristal #feel #instapic #lasceltagiusta

Mi resi conto che stavo sprecando risorse preziose e comprai una tela...
🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨🎨 #miodipinto #dipintiinvendita #dipinto #dipintiamano #acquerelli #oliosutela #acrilico #pitturaacrilica #artework #artistsoninstagram #prismacolor #instagram #instalike #like4like #follomy #instadaily #fotochepassione #pitturaitaliana

Sig. Vincent Van Gogh 💎
“Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni”. 🖼
.
🖥: www.chilovi.com
🛒: Link in bio
.
.
.
.
.
#swarovskicap#swarovski#chillvi#vangogh#luce#amsterdam#cap#acquamarine#arte#art#artist#brilla#artista#dipinto#paesaggio#brarba#cappello#cappellino

Vivi ogni giorno come se fosse l'ultimo in cui vedi una cosa del genere davanti ai tuoi occhi 👀❤️
#dipinto #labakerydiunavolta

CLAUDE MONET IN POCHI PUNTI Pt.6 🆕️🖼🆕️ Ninfee è certamente il lavoro che più di tutti racchiude la costanza, lo studio e la tecnica di Monet. Cominciò a lavorare a questo soggetto nel 1899 dedicandogli gli ultimi ventisette anni della sua vita.

Continuò a dipingere anche quando la cataratta lo rese quasi cieco, concentrato a ritrarre quel piccolo angolo del suo giardino con l’ambizione di catturare l’essenza e la fugacità della natura. La prima parte del ciclo pittorico fu presentata al pubblico nel 1909 e riscosse un grande successo e Monet decise di donare alla Francia una parte della serie, esposta ancora oggi presso il Museo de l’Orangerie a Parigi.

Monet stesso partecipa all’allestimento dei dipinti, che sono enormi e distribuiti in due sale a pianta ellittica.
L’artista desiderava che queste opere permettessero al pubblico di immergersi in un paesaggio naturale e anche per questo l’illuminazione è completamente naturale. 🆕️🆕️🆕️ Michel Bussì scrisse un libro ambientato A Giverny in Normandia, dove una serie di omicidi rompe la calma della località turistica. Al centro della storia una passione devastante attorno alle oper rubate di Monet. -Ninfee nere di Michel Bussi-

CLAUDE MONET IN POCHI PUNTI Pt.5 🆕️🖼🆕️ La prima mostra venne allestita nello studio parigino del fotografo Nadar. Era il 1874 e Monet aveva solo ventiquattro anni. La mostra fu un fallimento.

Seguì un difficile periodo di gravi ristrettezze economiche: le opere degli impressionisti non venivano comprese e quindi raramente venivano acquistate. Inoltre, L’Europa non stava attraversando un periodo di grande prosperità e i primi a farne le spese erano gli artisti non ancora affermati. In ogni caso, Monet non si arrese e continuò a dipingere. Nel 1883 si traferì con la seconda moglie e i figli nel piccolo paese di campagna di Giverny per poter ritrarre la natura in completa libertà.

Dopo 25 anni venne concesso alla sua arte, lo spazio che meritava con una mostra personale alla galleria Petit di Parigi. Con essa Monet ottenne finalmente il meritato successo e la critica lo annoverò tra i più importanti artisti francesi dell’epoca.

CLAUDE MONET IN POCHI PUNTI Pt.4 🆕️🖼🆕️ La prima mostra venne allestita nello studio parigino del fotografo Nadar. Era il 1874 e Monet aveva solo ventiquattro anni. La mostra fu un fallimento.

Seguì un difficile periodo di gravi ristrettezze economiche: le opere degli impressionisti non venivano comprese e quindi raramente venivano acquistate. Inoltre, L’Europa non stava attraversando un periodo di grande prosperità e i primi a farne le spese erano gli artisti non ancora affermati. In ogni caso, Monet non si arrese e continuò a dipingere. Nel 1883 si traferì con la seconda moglie e i figli nel piccolo paese di campagna di Giverny per poter ritrarre la natura in completa libertà.

Dopo 25 anni venne concesso alla sua arte, lo spazio che meritava con una mostra personale alla galleria Petit di Parigi. Con essa Monet ottenne finalmente il meritato successo e la critica lo annoverò tra i più importanti artisti francesi dell’epoca.

CLAUDE MONET IN POCHI PUNTI Pt.3 🆕️🖼🆕️ A Parigi Monet conobbe Courbet con cui stabilì un enorme amicizia e si distinse, oltre che per le indubbie capacità artistiche, per l’eleganza, il carisma e il successo con le signore della città. Pare che un giorno abbia dichiarato: “Dormo solo con duchesse o domestiche. Preferibilmente con le domestiche delle duchesse. Qualsiasi via di mezzo mi spegne subito”. Ad una personalità così forte andavano strette le rigide regole della pittura tradizionale, così insieme ad un gruppo di amici artisti lasciò l’atelier per andare a dipingere all’aria aperta. Tra questi c’erano Camille Pissarro, Alfred Sisley, e Pierre-Auguste Renoir, con il quale strinse una lunga amicizia. Ancora non lo sapevano, ma quei giovani stavano per dar vita all’impressionismo.

Most Popular Instagram Hashtags