[PR] Gain and Get More Likes and Followers on Instagram.

#dccapitoli

MOST RECENT

Capitolo 111
-
R: *si alzò in piedi e si diresse verso Akiko*
-
S: ti va di conoscerla? *guardó Shiho*
-
Shiho: *si limitò ad osservarlo, incerta* ..si
-
Dopo poco ritornò Ran con la piccola. Non stava più piangendo, ma continuava a dimenarsi fra le braccia della ragazza, emettendo lamenti spazientiti
-
S: Ran, puoi dare in braccio Akiko a Shiho?
-
R: *rimase interdetta* oh.. si, va bene *gliela porse* tienila bene
-
La ragazza bionda dapprima ritrasse leggermente le braccia; forse perché era presa alla sprovvista, o forse, a causa della poca esperienza, aveva un certo timore. Successivamente però, allungò le mani, e l’accolse delicatamente fra le braccia.
-
Shiho: *si irrigidì*
-
S: tutto ok?
-
Shiho: certo.. *gli lanciò uno sguardo bieco*
-
Ran rimase di fianco a Shiho, non aveva la minima intenzione di sedersi. Aveva paura che potesse farla cadere, anche senza volerlo. Stava lì, immobile, pronta ad ogni possibile movimento brusco. -
Non ci volle molto per farle capire che in realtà a Shiho piaceva quella bambina, e, che al contrario di ciò che Ran pensava, non provava rancore. Lo capii dal suo sguardo: aveva un’espressione intenerita, quasi dolce.. come se fosse lei la madre di quell’esserino. -
Shiho: (come sei bella, piccola..) *le accarezzò la guancia sorridendole* (nonostante tu sia il frutto più schiacciante di ciò che odio, non posso provare rancore per un essere tanto innocente, che non ha nessuna colpa. D’altronde tu sei solo una bambina, come lo ero anche io..)
-
Akiko vedeva qualcosa di stranamente familiare in Shiho, e, come le era solito fare, cacciò uno dei suoi urletti colmi di gioia.
-
Shiho: *sorridendo, alzó lo sguardo verso Ran e Shinichi* complimenti. (Detesto ammetterlo ma..) è stupenda..
-
Quella bambina era sicuramente qualcosa di speciale per Shiho. Non seppe il perché, ma le voleva bene. Le voleva veramente tanto bene. Possibili motivazioni potrebbero essere per il fatto che nel bel mezzo di quel viso paffuto c’erano tracce di Shinichi, oppure perché, nonostante tutto, quella bambina le aveva sorriso così innocentemente da averle toccato il cuore. Una cosa però era certa: non le avrebbe mai fatto del male.
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

Capitolo 110
-
I due ragazzi si stavano abbracciando quando, improvvisamente, entrò in casa Ran.
-
Ran: Shinichi perché la porta è… *vide Shiho* Shinichi?
-
Il ragazzo lasciò la presa e si sporse leggermente per vedere Ran
-
Shinichi: Oh.. ciao Ran *sorrise* E’ venuta a trovarci Shiho
-
R: a trovarCI?
-
S: beh si..
-
Shiho fece un passo verso Ran. Aveva uno sguardo glaciale, privo di qualsiasi emozione.
-
Shiho: Ciao Ran, scusa se non vi ho avvisati del mio arrivo
-
R: *restò un attimo perplessa, poi, allegramente, si ricompose* Ahah tranquilla, mi fa piacere che tu sia venuta a trovarci *sorrise*
-
Anche Shiho ricambiò il sorriso. Ma era uno di quei sorrisi falsi, forzati, fatti apposta per far bella figura. Non era interessata a picchiarla o insultarla, ma non poteva nascondere il fatto che la odiasse. Shinichi, stranamente, avvertì una certa tensione fra le due, e decise di intervenire.
-
S: Shiho mi stava raccontando del suo viaggio in America *guardò prima Shiho e poi Ran* vuoi sentire anche tu? Magari ci sediamo e prendiamo tutti una bella tazza di thè. Che ve ne pare?
-
R: mh? Oh si si certo! Accomodati pure, preparo il thè
-
Shiho: ah ma non c’è bisogno Ran.. dico davvero *si sedette sulla sedia*
-
R: sicura?
-
S: Ran è proprio brava a fare il thè, non lo vuoi davvero?
-
Shiho: no. *restò un attimo in silenzio* ..grazie comunque
-
La ragazza dai capelli scuri scrollò le spalle ed incominciò a preparare due tazze di thè.
-
R: eh dunque, come ti sei trovata in America? *improvvisò*
-
Shiho: non troppo male
-
Nessuno aprì bocca per qualche secondo imbarazzante. Shinichi faceva rimbalzare lo sguardo da una ragazza all’altra. Entrambe erano serie, irate l’una con l’altra, gelose. Il ragazzo era pronto per intervenire una seconda volta, quando il tutto fu interrotto dal prorompere del pianto di Akiko. [CONTINUA...]
#dccapitoli

Capitolo 109
-
Shiho: *sentì una fitta al cuore* potevi risparmiartela…
-
Shinichi: ascolta Shiho, solo per il fatto che amo un’altra ragazza non dovresti comportarti in questo modo. Adesso ho una famiglia, dovresti lasciar perdere questa storia. Lo dico per te.
-
Shiho: Lo dici per me?
-
Shinichi: credo sia chiaro il fatto che io non sia innamorato di te. So che può farti star male, ma dovrai pur accettarlo. Non sono l’unico ragazzo al mondo, ce ne sono molti altri, anche migliori di me.
-
Shiho: e io cosa posso farci se mi sono innamorata di te?
-
Shinichi: non so cosa dirti Shiho…trovati un altro Shinichi. -
Shiho: *si alzò lentamente dalla sedia* hai ragione…dovrei dimenticare questa storia e vivere più serena
-
Shinichi: cos’hai intenzione di fare?
-
Shiho: adesso? *si avvicinò al ragazzo*
-
Shinichi: …*gli venne involontario assicurarsi con lo sguardo che non fosse armata* che c’è?
-
Shiho: *si posizionò in piedi davanti a Shinichi* ti chiedo scusa *gli accarezzò la testa* spero che riuscirai a perdonare questo mio comportamento *le si inumidirono gli occhi*
-
Shinichi: *si alzò in piedi sorridendole* ehi, non era necessario scusarsi..il mio non era un rimprovero, ma un consiglio *la guardò per qualche secondo rimanendo in silenzio* stai tranquilla *l’abbracciò*
-
La ragazza ricambiò stringendolo forte. Pianse silenziosamente, imbarazzata per aver ceduto, per aver lasciato prendere il sopravvento ai sentimenti. Si sentiva debole, come se nulla le importasse più di quell’abbraccio. Più avanti si sarebbe pentita di aver mostrato le sue debolezze a Shinichi, ma in quel momento non le importava, poiché stranamente, in mezzo a quelle lacrime, si accese un sorriso pacato.
-
[CONTINUA...]
#dccapitoli

Capitolo 108
-
Shiho: Shin...Shinichi..*indietreggiò leggermente*
-
Shinichi: chi sei?..*si sfregò gli occhi ancora mezzo addormentato*
-
La ragazza, presa alla sprovvista, indietreggiò ancora -
Shinichi: *aguzzò la vista* Shiho…?!
-
Shiho: non..scusami.. *si diresse velocemente verso l’uscita*
-
Shinichi: a-aspetta! Non scappare! *scese dal letto inciampando sulle coperte*
-
Shiho: *si fermò vicino alla porta con la mano appoggiata su di essa* mi dispiace…
-
Shinichi: *la raggiunse* si può sapere che ti è preso? Non mi hai lasciato nemmeno il tempo di capire chi fossi, che stavi già fuggendo *rimase un attimo in silenzio* in ogni caso..sono felice di vederti
-
Shiho: *si voltò verso il ragazzo*
-
Shinichi: non startene lì, vieni a sederti. *si avvicinò al tavolo* avrai tante cose da raccontarmi sull’America immagino
-
Shiho: eh.. *rimase interdetta* si.. *si sedette davanti a lui* ascolta.. mi dispiace di essere entrata senza permesso in casa tua.. ma ho trovato la porta socchiusa e...
-
Shinichi: non ti preoccupare *la interruppe* come mai mi cercavi?
-
Shiho: *lo guardò perplessa* (allora non mi hai sentita prima) Volevo vederti.. -
Shinichi: *sorrise* E dimmi.. com’è la tua nuova vita adesso?
-
Shiho: *osservò le labbra di Shinichi muoversi* vuota..
-
Shinichi: in che senso?
-
Shiho: mi mancavi
-
Shinichi: *restò in silenzio* beh.. ora sei qui.. con me
-
Shiho: (non intendevo quello..) già
-
Shinichi: mh.. se vuoi qualcosa da man..
-
Shiho: chi è? *lo interruppe bruscamente*
-
Shinichi: cos.. chi?
-
Shiho: ..la..bambina..
-
Shinichi: in camera mia?
-
Shiho: esatto
-
Shinichi: mia figlia. Si chiama Akiko.
-
Shiho: *abbassò lo sguardo* (avevo ragione..) capisco *sorrise forzatamente* è carina.
-
Shinichi: come la madre [CONTINUA...]
#dccapitoli

Tanto per rimanere in tema #Goshoboys 😂
Io li amo troppo non posso farci niente, sono un quartetto veramente unico😂
(L'espressione di Heiji AHAHAHAHAH ADORO)
#Qtod: vi è piaciuto il capitolo? 😄 (è nel post precedente, commentate lì sotto uno sketch carino e sarà il prossimo capitolo della storia!)
Presto ci saranno anche citazioni alle coppie e caos...non solo in ambito quotidiano 😉 Stay tuned 💕
--
Are you foreign? Click "see translate"!
--
>❌COPY STORY
>FOLLOW ME 🙋❤
> 🔊 ACTIVATE NOTIFICATIONS 🔊
>💡Have you a cute idea?☑ WRITE ME in Direct! ⤴
--
Link esterni nella bio
#wattpad: dc_fanpage_ita
#facebook: Detective Conan Fanpage Ita
~~
#Instagram #instagrampage #DetectiveConan #caseclosed #Ita #italian #fanpage #fan #Conan #conanedogawa #ShinichiKudo #shinran #ranmouri #Heikazu #heijihattori #kazuhatoyama #saguruakuba #magickaito1412 #kaitokuroba #kaitokid #fanfiction #dccapitoli #anime #manga

{Cosa accadrebbe se Kaito, Heiji, Shinichi e Saguru fossero studenti universitari e conquilini?
Sicuramente di tutto, tranne che la tranquillità!}
-Ogni capitolo un piccolo sketch, che nell'insieme raccontano una storia.
Sarete voi a suggerire un idea per il prossimo capitolo, commentando qui sotto!⬇ Enjoy!♡}
1. Un coinquilino di troppo

Tre cose aveva imparato Shinichi, fino ad allora, nella sua breve vita da coinquilino universitario: primo, gli spazi sono sacri; secondo, che il disordine è pane quotidiano e terzo, che la pace non esiste ma solo momenti di temporaneo silenzio.
Gli mancano i momenti di solitudine e pace che aveva in casa dei suoi. Ma questi avevano deciso che era diventato abbastanza grande da prendersi le proprie responsabilità e per Shinichi non sarebbe stato un problema. Non è minimamente importante dove, ma con chi la condivide: Saguru e Kaito. Il primo lo aveva conosciuto tempo prima, durante la risoluzione di un caso, piacevolmente sorpreso di scoprire che anche lui fosse un detective; Il secondo, non molto bene, era stato compagno di classe di Saguru alle, ma ci mise poco tempo a farsi un'opinione su di lui: narciso e sicuro di sé.
Gira la chiave nella serratura, con un sospiro stanco dell’appartamento al quinto piano della palazzina leggermente decentrata dal fulcro della città.
《Sono a casa》annuncia.
Lascia le scarpe all’ingresso, percorre il breve corridoio e arriva al soggiorno open space, che sembra una trincea caotica. Sul tavolino basso tra il divano e la televisione contro il muro, c’erano sacchetti di snack e bicchieri vuoti con buttati. Non che voltandosi verso l’angolo cucina sia meglio, dato che i piatti sono abbandonati sul lavabo. E sa benissimo perché la casa è ridotte in quelle condizioni. È qualcuno che non ha rispettato i turni di pulizia. Saguru è molto ligio e ordinato, quindi dei tre che stavano in quella casa era uno il colpevole e certo non bisogna essere Sherlock Holmes per arrivarci.
《Kaitooo》 sbraita, nervoso, alzando leggermente la voce.
[Continua nei commenti]
~~~
#dccapitoli
#Heijihattori #shinichikudo #kaitokuroba #saguruhakuba #detectiveconan #magickaito1412 #goshoboys

's #edit
{Leggete tutto, per favore💓}
Buongiorno oggi vi posto una cosa speciale per me! Ovvero, una nuova idea per la Page (che sono consapevole si dovrà sommare a tutte quelle che già ho, lol) è una piccola storia! Già può sembrare strano da una che non ama i capitoli su Instagram, ma questi saranno leggermente diversi perché...non ve lo dico~ solo vi anticipo che voi sarete coinvolti e che la narrazione sarà semi AU! Poiché Shinichi non è stato rimpicciolito in questo "arco temporale".
Spero tantissimo vi piaccia!
Fatemi sapere cosa ne pensate qui sotto tramite un commento!⤵
{Tag a caso, se non volete ditemelo}
@detective_conan_ita_ (ti taggo qui perché nei tag della foto non comparivi, non so perché)
--
Are you foreign? Click "see translate"!
--
>❌REPOST (se no segnalo e blocco)
>❌COPY
>FOLLOW ME 🙋❤
> 🔊 ACTIVATE NOTIFICATIONS 🔊
>💡Have you a cute idea?☑ WRITE ME in Direct! ⤴
--
Link esterni nella bio
#wattpad: dc_fanpage_ita
#facebook: Detective Conan Fanpage Ita
~~
#Instagram #instagrampage #DetectiveConan #caseclosed #Ita #italian #fanpage #fan #Conan #conanedogawa #ShinichiKudo #shinran #ranmouri #Heikazu #heijihattori #kazuhatoyama #saguruakuba #magickaito1412 #kaitokuroba #kaitokid #fanfiction #dccapitoli #anime #manga

107!
-
La presenza si avvicinò con cautela verso la piccola bambina. La osservò da vicino, notando molti tratti del viso di Shinichi. In quel momento la domanda sorse spontanea, seppur rinnegata parecchie volte nella mente: "è sua figlia?". Innumerevoli pensieri la mandarono in confusione. Lei era venuta lì per Shinichi, sì, Shinichi e basta. -
Shiho: dunque *parlò sottovoce* tu sei la prova più evidente del mio fallimento eh? *sfiorò la sua guancia paffuta* gli assomigli così tanto..
-
La ragazza incominciò involontariamente a passare il dito lungo i tratti del viso della bimba, soffermandosi infine sulle sue labbra.
-
Shiho: assomigli tanto anche a tua madre *allontanò la mano* perché..perché non hai i capelli chiari...*le si inumidirono gli occhi* -
Shiho: e pensare che ci speravo a un nostro futuro sai? *si sforzò di sorridere guardando Shinichi* ma mi hai solo illusa..dal primo momento. E anche io, stupida, dovevo capirlo prima che il tuo cuore era destinato ad un'altra ragazza, con la quale mai avrei potuto competere. *si asciugò gli occhi* ne ho passate tante, continuando a sperare in un'unica cosa, l'unico motivo che mi avrebbe fatto andare avanti..e ora? Ora sono qui, schiava del passato, continuando ad essere innamorata del mio abbattitore che non ricambierà mai i miei sentimenti... *si sedette sul letto osservando la piccola Akiko* non avresti potuto farmi un torto maggiore Shinichi... Ormai non ho più nemmeno pudore, non mi interessa dei giudizi altrui, per cui adesso se devo dirti la verità, nella mia mente sono scolpiti i vostri corpi nudi, il tuo e quello di Ran, uno sopra l'altro *assunse un'espressione schifata, irata e allo stesso tempo colma di gelosia e desiderio* Speravo di trovarti sveglio Shinichi, ma soprattutto mi sarebbe piaciuto non trovarti in sua compagnia.. *osservò tristemente Akiko* (e pensare che se non fosse stato per me non sarebbe mai nata... Che bel modo di ringraziarmi..)
-
Così dicendo si allontanò pronta ad andarsene una volta per tutte, quando sentì un sussurro. Si voltò di scatto, Shinichi si era appena svegliato.
-
☆[FINE]☆
#dccapitoli

106!
-
R: insomma Shinichi.. *lo guardò stufata* ho detto che va bene, andrò con tua madre
-
S: ookey *scrisse a Yukiko* fatto. Verrà fra pochi minuti; magari troverai cose carine per Akiko
-
R: speriamo *disse osservando la piccola che intanto si era addormentata sul suo petto*
-
S: è una dormigliona ahah
-
R: chissà da chi ha preso *lo guardò alzando un sopracciglio*
-
S: ehi ehi! Guarda che io sono mattiniero!
-
R: ahahah si si
-
Shinichi stette per ribattere quando suonò il campanello.
-
S: dev'essere mia madre *andò ad aprirle*
-
R: (di già?! ;-;)
-
Yukiko: ciauu :3
-
S: ciao mamma, Ran è di là *le indicò la camera da letto*
-
R: eccomi *sbucò da dietro la porta* ho messo nella "culla" Akiko
-
Yu: ciao Ran! Pronta? :D
-
R: si dai ^^' -
Yu: PERFETTO! *la strattonò per un braccio portandola fuori casa*
-
R: a-aspetta!! *si girò verso Shinichi*
-
S: *le prese velocemente il viso spampandole un bacio sulle labbra* a dopo
-
R: *sorrise cercando di trattenere Yukiko* a dopo -
Una volta andate via, il ragazzo ritornò da sua figlia per assicurarsi che stesse bene, dimenticandosi però di chiudere bene la porta di casa
-
S: quasi quasi mi faccio un pisolino anche io, del resto non ho nulla da fare.. *si sdraiò sul letto* -
In meno di 5 minuti Shinichi era già sprofondando in un lungo sonno, e dopo una mezz'oretta qualcuno bussò alla porta, ma nessuno rispose. Ribussò nuovamente. Nulla. La presenza allora decise di entrare avendo notato la porta socchiusa.
-
X: (eppure era questa la casa..per forza..Ma perché non c'è nessuno?) *camminò lentamente in cucina, e non trovando nessuno si avviò per le camere successive*
-
Appena si avvicinò alla camera da letto lo vide dalla soglia della porta. Lì, supino riposava sul suo letto. Una ciocca di capelli gli scendeva sugli occhi e la bocca era leggermente aperta. Quest'ultima così invitante da toccare, portò la presenza ad entrare nella stanza. E fu in quel momento che notò qualcuno di inaspettato, che non avrebbe dovuto trovarsi lì e che mai avrebbe immaginato di vedere. Era Akiko.
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli
-
Chi sarà la presenza?? :3

105!!
-
La mattina seguente furono piccoli raggi di luce passanti per la persiana della finestra a far svegliare la nostra famigliola. La prima ad aprire gli occhi, come potrete immaginare, fu la piccola Akiko. Non fece rumore, ma iniziò a zampettare sui corpi dei suoi genitori con l'intento di svegliarli. -
A: ..mmh *cercò di infilare la testolina sotto il braccio di Ran*
-
La ragazza non sentì subito la piccola presenza, quando ad un tratto aprì gli occhi sentendosi mordere il polso.
-
R: ah Akiko sei tu.. *la accarezzò* ben svegliata -
Akiko fece un grande sorriso alla madre e subito dopo proseguì la sua gattonata verso Shinichi
-
R: ehi ehi dove vai *allungò il braccio cercando di prenderla* lascia dormire il papà almemo -
Ma Akiko non ne voleva sapere delle parole di Ran e inciampando sulla sua tutina finì di testa sulla pancia del ragazzo
-
R: pff *trattenne una risata*
-
La bimba si rialzò in un batter d'occhio e incominciò a battere ripetutamente la manina su Shinichi
-
S: mmmh... *aprì leggermente gli occhi* -
A: paa! *cercò di attirare la sua attenzione*
-
S: ma buongiorno.. *si sfregò gli occhi con il palmo della mano* -
R: ahah buongiorno! Akiko non vedeva l'ora di vederci a quanto pare *la mise sulla sua pancia*
-
A: wa *si sdraiò abbracciando affettuosamente il collo di Ran* -
S: yaaugh *sbadigliò osservando con la coda dell'occhio Akiko* vado a preparare la colazione..
-
R: grazie
-
S: *stette per uscire dalla camera* ah oggi mia madre verrà nuovamente qui.. -
R: eh?! Di nuovo?! -
S: ahahah si, mi ha scritto ieri sera. Dice che vuole portarti a fare shopping *si appoggiò con la spalla alla porta*
-
R: shopping? (What)
-
S: che ne so Ran, sai cosa passa per la testa di mia madre certe volte *alzò le spalle* credo sia per la bambina *così dicendo sparì in cucina*
-
R: mh.. *guardò il soffitto bianco passando le dita fra i morbidi capelli castani di Akiko* (non ho proprio voglia T^T)
-
Dopo qualche minuto Shinichi rientrò in camera con due tazze fumanti
-
S: allora? Va bene?
-
R: si si, andrò con lei -
S: sicura? Se non vuoi le dico di no
-
R: ma va, mi fa piacere ^^'
-
S: non sei per niente brava a mentire eh?
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

104!
Dopo aver lasciato la borsa con i vestiti ed essersi spupazzata ben bene Akiko, Yukiko decise di ritornare a casa, promettendo ai ragazzi che sarebbe tornata presto.
-
S: Dio mio.. *si buttò di schiena sul divano-letto* non voleva più andarsene..
-
R: andiamo Shinichi, manco fosse stata una tortuta *sorrise sedendosi di fianco a lui con in braccio la bambina*
-
S: ma insomma *si sfregò gli occhi col palmo della mano* ..mi ha fatto stancare -
R: in effetti è stata qui un bel po' di ore.. chissà che ora è ;-;
-
S: mmmh.. *allungò la mano verso il cellulare* 20:45..
-
R: davvero?! -
S: eh si *le fece vedere lo schermo* vedi?
-
R: non pensavo fosse tanto tardi..
-
S: *sbadigliò* ti sdrai qui con me?
-
R: non hai fame?
-
S: no, ho solo sonno..
-
R: mh.. beh prima devo dar da mangiare ad Akiko -
S: va bene *si girò su un fianco verso Ran*
-
La ragazza allattò Akiko, che come sempre aveva una gran fame. Finita la poppata Ran le fece fare il ruttino e si sdraiò accanto al ragazzo posandola in mezzo a loro due.
-
S: sai che ti assomiglia davvero tanto *accarezzò la testolina di Akiko* è incredibile -
R: dici? A me pare che abbia molti tratti del tuo viso
-
S: beh anche.. però il sorriso è sicuramente il tuo ahah
-
R: *sorrise involontariamente* -
S: vi amo
-
R: anche io.. *chiuse lentamente gli occhi* buona notte..
-
S: notte amore *posò la mano sul braccio della ragazza, abbracciando così anche Akiko*
-
Akiko: ..mh..gna.. *"addentò" il braccio di Shinichi che ormai si stava già addormentando*
-
S: mh? *aprì gli occhi* che fai, mi mangi? *sorrise*
-
A: *sbavò la manica della camicia di Shinichi* -
S: ti piace proprio eh. Però vedi di dormire, la pappa l'hai già fatta *la coccolò* notte notte
-
Così Akiko, un po' per le coccole, un po' per aver il pancino pieno, decise di addormentarsi. Quella notte fu una delle poche in cui riuscirono a dormire serenamente tutti e tre. -
Ps: dormite serenamente anche voi questa notte mi raccomando :3♡
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

103!
-
Mentre Shinichi stava cullando la piccola Akiko, suonò improvvisamente il campanello.
-
S: (ma chi è?..)
-
R: Shinichi? *gridò dall'altra stanza* apri tu?
-
S: sii -
[DIN DON]
-
S: arrivoo un secondo! *girò la chiave* -
Yukiko: CIAOOOOO *^*
-
S: ma-MAMMA?!
-
Yu: waaaaa *guardò raggiante Akiko* posso prenderla in bracciooo??? *^*
-
S: ma prima entra! *la fece entrare* e poi...sta dormendo, non urlare ;-;
-
Yu: oh! *si coprì la bocca* scusa.. *sussurrò*
-
S: (o almeno credo... ha il sonno pesante per non essersi ancora svegliata...) beh comunque, a cosa dobbiamo questa visita?
-
Yu: prima di tutto volevo vedervi e poi.. ho portato delle cose! *mostrò una borsa*
-
S: uh *sbirciò all'interno* che cos'è? -
Yu: vestiti per la bimba!!
-
S: eh?! -
R: *andò verso Shinichi e Yukiko incuriosita* ciao Yukiko!! ^^ *guardò la borsa con sguardo interrogativo*
-
S: ci ha portato dei vestiti per Akiko ahahah
-
R: uh! *si illuminò* Grazie mille!! *^* *aprì subito la borsa*
-
Yu: di nulla, è un piacere ^^ *tese le braccia verso Shinichi* ora posso?
-
S: va benee.. *le passò Akiko* -
Yu: adesso stai un po' con la... *si fermò di colpo* ehm..
-
S: ahahahahah, già. Sei nonna adesso.
-
Yu: *sorrise guardando prima il figlio e poi la nipotina* già
-
R: *nel frattempo tirò fuori i vestiti dalla borsa* ma che cariniii, mi sa che sono i tuoi sai? *guardò Shinichi*
-
S: eh?! Davvero? *si voltò verso Ran* hai ragione! Ahah
-
Yu: beh non sono molto maschili, mi sembravano utili per voi, così li ho portati ^^ -
R: si si! Sono molto belli! Grazie ^^
-
Akiko, infastidita dalle numerose voci, iniziò a lamentarsi -
Yu: sh sh sh *la cullò*
-
Akiko però non ne voleva sapere di riaddormemtarsi e, senza lamentarsi ulteriormente, puntò con i suoi due occhioni celesti il viso di Yukiko. Aveva uno sguardo confuso ma allo stesso tempo incantato, non sapeva chi fosse quella donna, ma aveva un non so ché di familiare e ad Akiko questo piaceva
-
Akiko: *lanciò una risatina gioiosa tipica di un neonato*
-
Yu: aww che amoreeee *la riempì di baci*
-
R: ahahah -
S: ohi! Calma! La soffochi così!!
-
Yu: ma vaa *la strinse al suo viso* è perfetta
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

102!
-
Ad Akiko vennero a vederla numerosi parenti e amici; era sempre al centro dell'attenzione e spesso era oggetto della maggior parte delle chiacchiere. Fu dolce vedere come Kogoro prese fra le braccia la piccola bambina, e lo fu ancora di più quando, commosso, la strinse amorevolmente al petto. Yukiko se ne innamorò perdutamente, fu la prima a sostenere che alla piccola brillavano gli occhi, diceva che era come se fossero formati da piccole gemme che, alla luce del sole, iniziavano a splendere. In meno di una settimana Ran e Shinichi tornarono a casa con la loro bambina. Per i primi giorni vissero entrambi nell'agenzia di Kogoro, ma dopodiché si spostarono a casa di Shinichi.
-
R: finalmente a casa *si accasciò sul divano*
-
S: la culla per Akiko arriverà fra pochi giorni, fino ad allora potrebbe dormire con noi
-
R: sarebbe stato più comodo se avessimo avuto un letto matrimoniale -
La bambina iniziò a tirare con la manina la camicetta di Ran
-
S: già.. *si grattò la testa guardandosi in giro* possiamo unire il mio letto col divano
-
R: non credo ci siano altre possibilità, quindi credo vada bene
-
Akiko incominciò a lamentarsi scalciando -
R: per cui dovremmo comprare anche un letto matrimoniale *disse accarezzando la testolina di Akiko*
-
S: no per quello me lo farò procurare da mia madre, non ti preoccupare *andò verso la cucina* ti faccio un thè?
-
R: ah.. si grazie amore -
Akiko infastidita dall'essere ignorata scoppiò in lacrime gridando a pieni polmoni.
-
S: mi sa che vuole bere pure lei *si sedette vicino a Ran portando due tazze di thè*
-
R: aaah credo che tu abbia ragione.. *sbottonò la camicetta per allattarla*
-
Akiko si fiondò sul seno ciucciando con molta soddisfazione
-
S: *guardò la bambina incuriosito* sei sicura che non ti mangi?
-
R: ahahahah, che scemo..
-
S: il thè non lo bevi?
-
R: si *prese in mano la tazza* eh? *rimase stupita* la bambina si è già addormentata -
S: serio?
-
R: a quanto pare *sorrise baciandole la testolina* la terresti un secondo in braccio? Devo andare a prendere una cosa in bagno
-
S: certo *la prese e iniziò a camminare per la stanza* (speriamo non si svegli..)
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

101!
-
Il ragazzo le si avvicinò con cautela. Ran era sfinita e teneva stretto fra le braccia un fagotto; dal quale provenivano piccoli lamenti ticipi di un neonato.
-
R: finalmente posso rivederti..
-
S: *la baciò a stampo* tutto bene?
-
R: si *sorrise scoprendo il volto del loro bambino* guarda..
-
S: è adorabile, ha un viso bellissimo *gli si inumidirono gli occhi* non riesco ancora a crederci.. *con un dito accarezzò delicatamente la guancia paffuta del neonato* -
R: è una bambina *gliela passò* ora vai un po' in braccio al tuo papà.
-
S: *la prese in braccio facendole posare la guanciotta destra sulla sua spalla* com'è minuscola.. oddio *fece un sorriso enorme, contento e allo stesso tempo incredulo*
-
R: vi amo, siete bellissimi.. *appoggiò meglio la testa sul cuscino* -
S: sei stata brava *si sedette vicino a lei con la bambina in braccio* hai già in mente un nome?
-
R: ancora no in realtà.. tu?
-
S: mmh.. *osservò la bambina*
-
Quest'ultima appena vide il viso di Shinichi si illuminò lanciando una sonora e gioiosa risatina.
-
R: ahah amore
-
S: Akiko (❕) *disse sorridendole* che ne pensi?
-
R: è un bellissimo nome, Akiko è perfetto -
S: benvenuta Aki-chan *la baciò in fronte* benvenuta nella nostra famiglia
-
La bambina sorrise un'altra volta. Il suo viso scintillante risplendeva alla luce del sole, e i suoi occhi celesti osservavano incuriositi i volti di Ran e Shinichi. -
N.B. ❕: Akiko è un nome giapponese che significa letteralmente "bambina dell'autunno/ bambina scintillante o bambina splendente"
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

100! *^* -
Dopo 9 lunghissimi mesi arrivò l'atteso giorno. Successe di mattina, quando Ran stava preparando la colazione. Si piegò in due improvvisamente a causa dei forti crampi. Shinichi e Kogoro la portarono immediatamente in ospedale e venne subito ricoverata. -
S: ehi *la seguì finché poté* andrà bene -
R: *accennò un sorriso* ho paura Shinichi.. *gli strinse la mano* -
S: non ti preoccupare *la baciò* stai tranquilla -
Dopo sguardi pieni d'affetto i dottori dovettero lasciare Shinichi fuori dalla stanza. Il ragazzo la vide scomparire dietro una porta. Avrebbe voluto seguirla. Rimpiangeva di non aver potuto starle vicino in quel momento, gli dispiaceva tanto.
-
Ko: ragazzo
-
S: *alzò lo sguardo* ?
-
Ko: forse dovresti toglierti da davanti alla porta. Su, siediti vicino a me.
-
S: *lo raggiunse grattandosi la testa* -
Ko: sei preoccupato?
-
S: un po'
-
Ko: è normale, anche io ero come te quando doveva nascere Ran. Ero felicissimo all'idea di poter vedere finalmente quell' esserino che per mesi era cresciuto dentro il ventre di Eri, ma allo stesso tempo ero preoccupato e mi sentivo inutile..
-
S: eh? *lo guardò perplesso* inutile?
-
Ko: *sorrise* già. Eri stava affrontando un qualcosa più grande di lei e in un certo senso da sola, e io.. io invece non potevo fare nulla per aiutarla.. potevo solo aspettare
-
S: aaah 'Dio.. *fece un grande sospiro* mi hai fatto accumulare più ansia di quella che ho già -
Ko: oh.. Non volevo, scusami..
-
S: fa niente, in effetti anch'io mi sento così... solo cercavo di non pensarci..
-
Ko: *restò un attimo in silenzio* sarete dei bravi genitori..
-
S: *lo guardò incredulo* (da quando che lo pensa?) Dici davvero?
-
Ko: si *sorrise* -
S: ah.. beh.. *deglutì* grazie..
-
Li interruppe immediatamente; un pianto a pieni polmoni di una piccola, piccolissima voce. Shinichi si alzò di scattò guardando d'istinto la stanza dov'era ricoverata Ran. La voce proveniva da lì.
Dopo un po' diedero il permesso a Shinichi di entrare. Vide subito Ran. Era esausta e supina giaceva sulla brandina.
-
S: amore..
-
R: *sorrise con gli occhi lucidi* Shinichi..
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

99!
-
Una volta accettata la realtà e aver placato l'animo di Kogoro i mesi successivi passarono più tranquillamente. La notizia si sparse immediatamente e in meno di una settimana la maggioranza dei conoscenti di Ran e Shinichi ne erano al corrente. Vennero a farli visita i genitori del ragazzo e anche i loro amici più cari: Heiji e Kazuha. Erano tutti contenti e ansiosi della nascita del futuro neonato. Ran decise di non voler sapere il sesso del figlio fino a quando non sarebbe nato, e così fu. Ogni giorno che passava, la pancia di Ran diventava sempre più grande e le precauzioni di Shinichi aumentavano di conseguenza.
-
R: Shinichi.. *lo chiamò dolcemente sdraiata sul letto* vieni un secondo
-
S: dimmi tutto -
R: senti *mise la mano del ragazzo sopra il suo ventre* aspetta solo un attimo...
-
Lo sentì di colpo. Un piccolo calcio, pensò Ran, colpì improvvisamente la mano di Shinichi. Il ragazzo inizialmente preso alla sprovvista sorrise e appoggiò l'orecchio sulla pancia di Ran. Sentiva movimenti, rumori simili a gorgogli, e gli piacevano; gli piacevano moltissimo. -
S: è fantastico -
R: già... *accarezzò la pancia* è tutto così bello.. -
S: *la baciò* non sai quanto sono felice di questa cosa Ran
-
R: anch... AH! *si mise d'istinto la mano sotto il seno* -
S: che c'è?! -
R: fa.. male.. *massaggiò* credo che il signorino qui dentro abbia appena disteso le gambe verso le mie costole -
S: aah.. *fece un sospiro di sollievo* e io che mi stavo già preoccupando..
-
R: ahah mi dispiace, non volevo spaventarti -
S: *sorrise cercando di cambiare argomento* siamo al settimo mese eh, ormai manca poco
-
R: già *chiuse gli occhi* manca poco *si addormentò esausta*
-
S: *baciò Ran sulla fronte e la lasciò riposare uscendo dalla camera*
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

98!
-
R: papà... perché fai sempre così *le scesero le lacrime dagli occhi* guardalo, guarda come l'hai ridotto *diede un'occhiata colma di tristezza a Shinichi*
-
S: *passò lo sguardo da Ran a Kogoro e viceversa*
-
Ko: *si grattò la testa* è più forte di me... Io giuro; ho provato a contenermi.. ma appena vi ho visti, non ce l'ho fatta -
R: ma perché?! Cosa vedi di tanto terribile in lui?! *indicò Shinichi con lo sguardo fisso sul padre* -
Ko: non è "lui" che non mi piace, ma qualsiasi uomo che possa farti soffrire. Ho già fatto un errore *guardò Eri* non voglio che passi per la stessa strada di tua madre, non voglio che tu soffra per un uomo che non ti tratta come meriteresti. -
R: ma papà lui non è te! Tu hai fatto soffrire la mamma, tu e solamente tu. Shinichi è diverso da te, lui non lo farebbe mai. *lo guardò glaciale* -
Ko: *rimase in silenzio* mi dispiace.. so che te l'ho già detto più volte, ma adesso sono sincero, mi dispiace veramente. Mi dispiace per non averti mai capito, mi dispiace per quello che ho fatto in passato e mi dispiace anche per te *lanciò un'occhiata a Shinichi* che il padre della ragazza che ami ti ha sempre trattato male e non ha mai provato a vederti come un "amico". Scusatemi *si allontanò*
-
S: Kogoro -
Ko: *si voltò* si?
-
S: non te ne andare. Resta qui. Spero che quello che hai appena detto sia la verità, e se lo è veramente parlo per tutti dicendo che ti perdoniamo. È normale per un padre preoccuparsi per la propria figlia, soprattutto se ha avuto esperienze personali poco gradevoli, ma ora credo che tu abbia capito che non sono quel genere di ragazzo. Per cui non c'è bisogno che tu te ne vada. *si avvicinò a lui* mettiamoci una pietra sopra ok? *gli porse la mano destra*
-
Ko: *gliela strinse* ok -
R: ... (forse mio padre ha finalmente capito di quanto Shinichi sia importante per me.. forse ha capito che è lui a tenere l'altro capo del mio filo rosso)
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

97!
-
Dopo la discussione Eri e Kogoro si incamminarono verso l'Agenzia Investigativa del detective.
-
Eri: Ran è in casa?
-
Kogoro: si... o almeno, dovrebbe essere lì -
Eri: *le scappò una breve risata* perché dovrebbe?
-
Ko: non le ho dato il permesso di uscire, ma sai com'è fatta..
-
Eri: capisco... *alzò lo sguardo* ma.. quei due sono..?
-
Kogoro guardò nella stessa direzione di Eri. E li vide. Ran e Shinichi abbracciati sulla soglia dell'Agenzia Investigativa. Lei che timidamente aveva appena oltrepassato la porta di casa, e lui che con affetto la stringeva fra le sue braccia. Non si accorsero di nessuno fin quando...
-
Ko: maledetto!!! *corse in direzione dei ragazzi* [FOTO⬆]
-
Eri: KOGORO!! Ma che stai facendo?! Allora non hai capito nulla della nostra discussione! Dovevo immaginarlo, TESTA DURA!! *gli gridò dietro rincorrendolo*
-
Fu Shinichi il primo a girarsi. Si voltò di scatto, spaventato dalle urla di entrambi.
-
R: scappa! *lo spinse via* scappa ti prego! Non l'ha presa bene mio padre, se ti prende ti ammazzerá!
-
S: *guardò Ran spaesato* ... *successivamente spostò lo sguardo su Kogoro, che si stava facendo sempre più vicino* no Ran.. non scappo da nessuna parte
-
R: ascoltami ti prego!! *lo strattonò*
-
Il ragazzo la ignorò e rimase fermo ad aspettarlo. Non voleva fuggire, non era un vigliacco
-
Kogoro lo afferrò per il collo prima che Ran potesse dire una sola parola.
-
S: *lo guardò impassibile* -
Ko: SAI COSA HAI FATTO?! LO SAI?!
-
S: si.. *cercò di allentare la presa di Kogoro*
-
R: PAPÀ BASTA!! LO STAI STROZZANDO! *si buttò addosso al padre* -
Ko: ALLONTANATI TU! *la spinse via*
-
Eri: ...Kogoro.. *lo guardò incredula* pensavo avessi capito.. Ci avevo sperato..
-
Ko: *scaraventò Shinichi per terra* VATTENE!
-
S: *si rialzò lentamente* no.
-
Ko: NO?! Vuoi vedere come te lo faccio rimangiare quel no?! *lo prese per il colletto della maglia*
-
Eri: Kogoro
-
Ko: che vuoi?!
-
Eri: ne avevamo parlato, non ricordi? *le si inumidirono gli occhi*
-
Ko: *mollò la presa e maledisse qualcuno a bassa voce* non ci ho visto più dalla rabbia *guardò Ran*
-
R: *la ragazza ricambiò lo sguardo terrorizzata con le lacrime agli occhi* [CONTINUA..]
#dccapitoli

96! :3
-
Ko: allora?!
-
Eri: prima di tutto datti una calmata!
-
Ko: come posso calmarmi Eri?! Ti rendi conto di quello che mi hai detto?! RAN È INCINTA!
-
Eri: sì, hai sentito bene *disse con la più totale calma* so che può sembrarti una cosa da immaturi, ma ormai è successo, e noi da bravi genitori dovremmo sostenerla *inarcó le sopracciglia* non urlarle contro come pazzi
-
Ko: *la guardò incredulo* ah Dio mio..*si coprì gli occhi con la mano* non ci posso credere non ci posso credere.. *ripeté più volte sottovoce* quel bastardo..la pagherà -
Eri: Kogoro piantala e smetti di sparare cavolate! *lo afferrò per la spalla* prova ad accettare la situazione!
-
Ko: *scacció la mano* accettare la situazione dici? Per cui devo accettare che mia figlia, la mia dolce bambina, abbia avuto un rapporto sessuale con un ragazzo? Devo accettare che nonostante frequenti ancora il liceo fra nove mesi sarà madre? O ancora, devo accettare che probabilmente non ci sarà un futuro per loro? Questo devo accettare?
-
Eri: *rimase un attimo in silenzio ad osservarlo negli occhi* Kogoro, loro si amano come ci siamo amati noi.. quel bambino è frutto del loro amore, non puoi rifiutarlo. Ran ama Shinichi più di chiunque altro è vorrebbe avere una famiglia con lui *si fermò per un istante* sai *sorrise* l'altra sera al telefono mi ha detto che era molto spaventata, ma che le sarebbe piaciuto tanto avere un figlio che assomigliasse al suo ragazzo *sorrise dolcemente* non ti fa intenerire almeno un po'?
-
Ko: *gli si inumidirono gli occhi* mi dispiace.. come sempre mi sono lasciato prendere dalla collera senza aver valutato certi aspetti..È solo che non la vedo pronta, è ancora una bambina..
-
Eri: non è più piccola. So che tu la vedi e la vedrai per sempre come una bimba di 10 anni, ma ora è maturata e con il nostro aiuto sarà in grado di far avverare il suo sogno più grande: avere una famiglia con Shinichi. Per cui, hai ragione a pensare che non possa essere pronta, del resto è giovane e inesperta, ma sarà una buona madre, ha solo bisogno di qualche aiuto tutto qui, l'amore e la determinazione di certo non le mancano
-
Ko: *le sorrise* ok
-
[CONTINUA..]
#dccapitoli

Finalmente il 95!!! (contenti? :D)
-
Il giorno prestabilito Kogoro si fece trovare davanti al bar con 5 minuti di anticipo. Sperava di poter rivivere le stesse emozioni del loro primo appuntamento, per cui non stava più nella pelle. La vide arrivare da lontano, composta e bellissima come sempre. Fu lei a parlare per prima. -
Eri: ciao Kogoro *accennò un sorriso*
-
Kogoro: ciao *ricambiò*
-
Eri: sono felice di vederti -
Ko: anche io... *fu assorto per qualche secondo* ma parliamone con calma dentro il bar *le aprì la porta* prego -
Si sedettero in un tavolino isolato vicino ad una finestra. -
Ko: come va col lavoro? *abbozzò una domanda*
-
Eri: eh.. Bene non c'è male ^^' Tu come stai? Fare il detective è impegnativo?
-
Ko: beh insomma, non è certo una passeggiata, ma sono piuttosto bravo -
Eri: capisco *guardò fuori dalla finestra, catturata da qualcosa di insignificante*
-
Ko: ehm Eri... *le mise la mano sopra la sua*
-
Eri: si? *si voltò di scatto spostando la mano*
-
Ko: non dovevi dirmi qualcosa?
-
Eri: ah già.. *si portò una ciocca di capelli dietro l'orecchio* me ne stavo dimenticando.. Si tratta di Ran. -
Ko: eh? Ran?
-
Eri: esattamente. Non mi avevi parlato della vostra discussione.. -
Ko: mi dispiace, non volevo disturbarti *mentì di proposito*
-
Eri: fa niente, comunque sia l'altra sera abbiamo parlato e mi ha raccontato alcune cose.. -
Ko: del tipo?
-
Eri: voleva che te lo dicessi io.. -
Ko: cosa? Che cosa devi dirmi? *fu divorato dalla curiosità*
-
Eri: ecco vedi.. Te lo dirò senza girarci troppo attorno.. *fece un sospiro* Ran è incinta. -
Ko: *sgranò gli occhi rimanendo a bocca aperta per qualche istante* -
Eri: ti senti bene? Sei diventato pallido.. *gli fece aria sventolando la mano* -
Ko: COSA?!?!?! RAN CHE?!?! *sbraitò alzandosi di scatto dalla sedia*
-
Eri: oh ma insomma Kogoro! Siamo in un bar!! Ti sembra il modo?! *guardò con la coda dell'occhio le altre persone visibilmente a disagio*
-
Ko: NON MI INTERESSA ERI!! USCIAMO DA QUI IMMEDIATAMENTE!! *uscì dal bar a passo deciso*
-
Eri: Kogoro fermati per l'amor di Dio!
-
Ko: CHE C'È?!
-
Eri: sediamoci su quella panchina.. [CONTINUA..]
#dccapitoli

Most Popular Instagram Hashtags