#GiorgioBassani

MOST RECENT

Noi, popolo del #ghettoebraicoferrara, eclettici, artisti, innovatori, esteti e romantici. Anche se non sei di Ferrara, qui ti senti a casa #ferraradascoprire #giorgiobassani #paolozappaterra #amaferrara #toccarelarte #igersferrara

"Nell'uomo c'è molto della bestia, eppure può, l'uomo arrendersi? Ammettere di essere una bestia e soltanto una bestia?". #gliocchialidoro #giorgiobassani 📖✏

Ho evitato di pubblicare altri passi del libro, perché consta di poco più di 100 pagine e farlo avrebbe significato spoilerarvi tutto, mi sono dovuta trattenere, ma a queste due date un'occhiata. •
In una società come quella fascista, due diversi. Uno perché omosessuale, l'altro perché ebreo. •
Un pugno nello stomaco. Straordinario.
Dov'ero stata fin ora senza Giorgio Bassani? 🤷‍♀️❤

#Repost @elisabettagavello
• • • • •
Dominique Sanda and Helmut Berger from a still of ‘The garden of the Finzi-Contini’, a favorite book of mine by Giorgio Bassani, then one of my favorite films of all time by Vittorio de Sica. Bassani was the first to talk about the racial laws in Italy in literature, bringing to light a part of the horror this country went through during the fascist era. ‘The garden of the Finzi-Contini’ was selected as part of this year’s Italian maturità syllabus, confirming the greatness of this author and book and -on a spookier note- its freshness as of today’s socio-political situation in Italy. #giorgiobassani #ilgiardinodeifinzicontini #grateful #weliverocknroll #staywildatheart #helmutberger #dominiquesanda #vittoriodesica

#GiorgioBassani, un minuto di silenzio per ogni commento sui #socialnetwork in cui ci si chiede ironicamente chi possa essere costui dopo la traccia della #maturità a #scuola. L'anno scorso ci si domandava saccentemente chi fosse Caproni, e potrei giustificare la carenza, però Bassani... ma la #letteratura non era roba facile, conosciuta da tutti tanto basta sfogliare il manuale? #studiate... #Caproni?

“Più del presente contava il passato, più del possesso il ricordarsene. Di fronte alla memoria, ogni possesso non può apparire che delusivo, banale, insufficiente.” Bassani, Il giardino dei Finzi-Contini
______________________________
#letteratura #letteraturaitaliana #bassani #giorgiobassani #ilgiradinodeifinzicontini #past #present #quotes #frasi #maturità #maturità2018 #blackandwhite

#Repost @cinemoon88 with @get_repost
・・・
Alla maturità c'è anche Giorgio Bassani.

Ed è subito Cinema.
Ed è subito "Il giardino dei Finzi Contini" di Vittorio De Sica. ❤') che a Bassani non è piaciuto.
Per me è un Filmone 😭

Ti passerà e molto più presto di quanto tu non creda. Certo, mi dispiace:
immagino quello che senti in questo momento. Però un pochino t'invidio, sai? Nella vita, se uno vuol capire, capire sul serio come stanno le cose di questo mondo, deve morire almeno una volta. E allora, meglio morire da giovani, quando uno ha ancora tanto tempo davanti a sé per tirarsi su e risuscitare... Capire da vecchi è brutto, molto più brutto. Come si fa? Non c'è mica il tempo per ricominciare da zero e la nostra generazione ne ha prese talmente tante di cantonate!
Tra qualche mese, vedrai, non ti sembrerà neanche vero di essere passato in mezzo a tutto questo. Sarai magari perfino contento. Ti sentirai più ricco, non so, più maturo...
#storiadelcinema #ilgiardinodeifinzicontini #vittoriodesica #linocapolicchio #dominiquesanda #romolovalli #helmutberger #fabiotesti #giorgiobassani #oscarmovie #cinemaitaliano #movie #cinema #capolavoridelcinemaitaliano #maturita2018 #inboccaallupo #forzaragazzi #lavitaéunattesatraunesameelaltro

“Una delle forme più odiose di antisemitismo era appunto questa: lamentare che gli ebrei non fossero abbastanza come gli altri,e poi,viceversa constatata la loro pressoché totale assimilazione all’ambiente circostante, lamentare che fossero tali e quali come gli altri,nemmeno un poco diversi dalla media comune”.
La maturità 2018 ci ha ricordato questo splendido libro di Giorgio bassani pubblicato nel 1962 da Giulio Einaudi editore.
La storia dei finzi Contini ci ricorda in maniera ancora attuale come il pregiudizio e l’intolleranza possano sfociare nel l’orrore.
In foto trovate la locandina del film per la regia di Vittorio de sica. Il film vinse l’oscar per il miglior film straniero nel 1970, nel 1971 l’Orso d’oro e il David di David di Donatello.

Ieri tra mille cose non sono riuscita a commentare le tracce (tra l'altro avrei voluto tanto scrivere di quanto mi piaccia fare gli esami da qualunque parte mi trovi e di come ogni traccia mi è sembrata fatta apposta per ciascuno dei miei studenti e ne sono stata felice) poi oggi passeggiando con Lorenzo sono passata sotto una magnolia e non ho potuto fare a meno di pensare a quella di Casa Bassani a Ferrara (in via Cisterna del follo, 1). Giorgio la descriveva così: "La magnolia che sta giusto nel mezzo del giardino di casa nostra a Ferrara è proprio lei la stessa che ritorna in pressoché tutti
i miei libri. La piantammo nel ‘39
pochi mesi dopo la promulgazione
delle leggi razziali con cerimonia
che riuscì a metà solenne e a metà comica tutti quanti abbastanza allegri se Dio vuole in barba al noioso ebraismo
metastorico." Quella magnolia è dove l'hanno lasciata, non curante delle piccole storie della famiglia Bassani, né tantomeno della Storia. Eppure è stata piantata non appena sono state promulgate le leggi razziali. Anche il protagonista del romanzo sembra dimenticare quanto di tragico accade intorno perché concentrato sulla storia d'amore con Micol, eppure la Storia non fa sconti, neanche alla stessa Micol. Il 27 gennaio scorso ne feci leggere una pagina ai miei alunni (in mezzo a Zweig, autore assolutamente da leggere e rileggere, Levi e Celan) prevedendo già che sarebbe potuta uscire alla maturità. A nessuno di loro ho prestato il libro, come ho fatto con tanti altri durante l'anno, forse perché di questo ne sono troppo gelosa, forse perché mi è piaciuto troppo per sopportare la delusione che a qualcuno non piaccia quanto a me. Leggetelo quest'estate! Probabilmente non c'è momento migliore che quella della maturità per leggerlo. E vi resterà dentro per sempre, ricordandovi il momento in cui tutto finisce e tutto ha inizio. #giorgiobassani #maturità2018 #libri #libribelli #libridaleggere #magnolia #ferrara #viaggimentali #viaggiletterari

Non si può pensare a Ferrara senza ricordare Bassani e Il giardino dei Finzi-Contini, uno dei temi dei maturandi di quest'anno. Stavo proprio leggendo il libro quando ho appreso la notizia, l'argomento è sempre attuale considerando i rigurgiti razzisti di questi tempi.

#giorgiobassani #ilgiardinodeifinzicontini#leggirazziali #ferraradascoprire #cimiteroebraico #einaudi#jewishcemetery #viaercoledeste #addizioneerculea

Volete sapere tutto su #giorgiobassani? Il tema della maturità 2018 vi ha incuriosit*? In #BUGe abbiamo ciò che vi serve: "Le parole di cristallo. Sei studi su Giorgio Bassani" di Giulia Dell'Aquila, Edizioni ETS 2007.
#bugebooks #giorgiobassani #ilgiardinodeifinzicontini #novecento #ferrara #maturita2018 #tema #criticaletteraria

“Nella vita, se uno vuol capire, capire sul serio come stanno le cose di questo mondo, deve morire almeno una volta.”
G. Bassani.
Il giardino dei Finzi Contini. [Uno dei libri della mia adolescenza,
uno dei più belli]#maturità2018 #bookquotes #giorgiobassani

"E della birra mi godo l'amaro"...umberto saba,poi c'è giorgio bassani che ho conosciuto con gli occhiali d"oro...tematiche razziste...in un paese dove alcuni oscuri personaggi cavalcano l'onda del pensiero razzista...meglio cavalcare l'onda su una tavola a redondo beach...dove le ragazze sono carine!!!!#noracism#giorgiobassani#maturita2018#surf#letteratura#poesia#antisemitismo#birra#beer#biella#ig_biella#ilrazzismoeunabruttacosa#freedom#openyourmind#bluesky

Alcuni mesi fa mi trovavo a Ferrara per lavoro e ho approfittato di qualche ora libera per visitare la tomba di Giorgio Bassani al cimitero ebraico. Volevo farlo da quando avevo 17 anni, per quello che “Il giardino dei Finzi-Contini” ha rappresentato per la mia crescita emotiva e culturale. Merito anche di un professore di lettere, all’ultimo anno di liceo classico, capace e competente, per quanto supplente precario e sottopagato, che prendeva molto sul serio la sua missione di insegnare ai giovani a pensare, perché a questo serve lo studio, a sviluppare uno spirito critico che permetta alle nuove generazioni di non ripetere gli errori di quelle precedenti. Si chiama sviluppo, evoluzione, progresso. Vedere Il romanzo di Bassani alla maturità di quest’anno mi restituisce la speranza, anche se debole, che non tutto sia perduto per la nostra Italia, umiliata e devastata da un buio culturale agghiacciante e dal ritorno di sentimenti beceri che pensavamo superati. Continuate a studiare e a riflettere, ragazzi, e in bocca al lupo a voi e a noi. #giorgiobassani #ferrara #cimiteroebraicoferrara #ilgiardinodeifinzicontini #arnaldopomodoro #pierosartogo #leggirazziali #scuola #antifascismo #olocausto #maturita2018 #latergram

«Era il “nostro” vizio, questo: d’andare avanti con le teste sempre voltate all’indietro» 🍃 Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi Contini🍃
Circa un anno fa una delle prime meraviglie che ho conosciuto di #Ferrara è questo splendido Cedro del Libano...💚 Ora purtroppo quel grande ramo non c'è più 😢
#nostalgia #memories #ricordi #quotes #parco #parcoMassari #labellaferrara #igersferrara #volgoferrara #albero #cedrodellibano #cedro #park #nature #greennature #beautynature #giorgiobassani #bassani #ilgiardinodeifinzicontini #giardino #garden

Ma quanto erano belle quest’anno le tracce del tema di maturità? ❤️ #maturita2018 #esami #nostalgiadelclassico #italiano #aldamerini #piccolicanti #giorgiobassani #ilgiardinodeifinzicontini

"... più del presente contava il passato, più del possesso il ricordarsene. Di fronte alla memoria, ogni possesso non può apparire che delusivo, banale, insufficiente."
.
.
ph: @marina.castagna
.
.
#ilgiardinodeifinzicontini #giorgiobassani #maturità2018 #giugno #ricordi #instabook #libribelli #mybook #letteraturaitaliana

< “Possibile che tu sia così ignorante?” esclamava “L’avrai pure studiata, al liceo, un po’ di botanica!” “Sentiamo” chiedeva poi, già preparata a inarcare le sopracciglia. “Potrei sapere, per favore, che specie di albero Lei pensa che sia, quello laggiù?”.
Poteva riferirsi sia a onesti olmi e tigli nostrani, sia a rarissime piante africane, asiatiche, americane che soltanto uno specialista sarebbe stato capace di identificare: giacché c’era di tutto, al Barchetto del Duca, proprio di tutto.
Quanto a me, io rispondevo sempre a vanvera: un po’ perché non sapevo sul serio distinguere un olmo da un tiglio, e un po’ perché mi ero accorto che niente le faceva piacere come sentirmi sbagliare.
Le sembrava assurdo, a lei, che esistesse al mondo un tipo come me, il quale non nutrisse per gli alberi, “i grandi, i quieti, i forti, i pensierosi”, gli stessi suoi sentimenti di appassionata ammirazione. Come facevo a non capire, mio Dio, a non sentire? >
Tra i miei libri preferiti, fin da quando adolescente lo lessi per la prima volta. C’è tutto: una storia di famiglia in un’Italia lontana ma non troppo, una città e un giardino, un amore tacito e discreto, una protagonista dal nome fiero che incontra un destino tragico.
#ilgiardinodeifinzicontini #bassani #giorgiobassani #books #maturita2018

Prendo spunto da una delle proposte per la prova di Italiano della maturità e mi rileggo questo bel libro
#bassani #giorgiobassani #letteratura #ilgiardinodeifinzicontini #maturità2018 #italiano #narrativaitaliana #lettura #book #consiglidilettura #libri #classici

Most Popular Instagram Hashtags