matteorenzi matteorenzi

906 posts   125,774 followers   92 followings

Matteo Renzi  Senatore di Firenze

Dite quello che volete. Ma le mattinate di primavera a Firenze sono una delle cose più belle del mondo.
Buona giornata amici

Aveva 83 anni, Mario Ziccardi. Era l’ultimo sopravvissuto della strage di Marcinelle, la miniera dove centinaia di lavoratori italiani persero la vita in una devastante sciagura nel 1956.
C’è stato un tempo in cui gli immigrati eravamo noi italiani, anche se sembra impossibile ricordarlo nel miope dibattito politico di oggi.
Eppure non è una fiction, è la generazione dei nostri nonni. Non sono favole, sono storie che abbiamo ascoltato, toccato con mano, persone che abbiamo incrociato nel nostro cammino.
Mario ci ha lasciato oggi.
Porterò con me il suo abbraccio, il suo affetto, la sua emozione. L’Italia può essere orgogliosa di persone umili e forti come lui.

Ho ricevuto email bellissime in questi giorni. Mi scuso se non riuscirò a rispondere a tutti uno per uno come vorrei.
Paolo però merita un'eccezione. È un ragazzo molto giovane, straordinario, che combatte contro la SLA. L'ho conosciuto 10 mesi fa a Milano, durante un incontro con Barack Obama.
Mi ha scritto questa lettera:
Caro Matteo, in questi giorni non faccio altro che pensare a te. Ma perché ti sei preso delle responsabilità che tu non hai? Ricordati che sin da quando iniziamo a fare i primi passi, CADIAMO PERCHÉ DOBBIAMO IMPARARE AD RIALZARCI, quindi fai un favore a te in primis, ma poi fallo per le persone che ti stimano, che credono in te, fallo per me e per tutti i Paolo D'Italia, fallo per chi vuole un futuro. NON MOLLARE E RITIRA LE DIMISSIONI. ti autorizzo a divulgare questo mio messaggio. Guai a te se la dai vinta a quei franchi tiratori dei finti amici, che pur di fare un dispetto al comandante della nave, hanno forato lo scafo, dimenticandosi che c'erano a bordo anche loro. Fai pulizia in casa, caccia via chi non ti merita e poi vedrai. MA QUALE INSEGNAMENTO VUOI DARMI COL TUO GESTO, io ho 20 anni, la sla mi ha lateralmente divorato, sono immobile, parlo e respiro a fatica. Sto malissimo, Ma CAZZO io non mollo. Adesso è venuto il momento di tirare fuori le palle. Lascia che i 5 stelle si alleino con chi vogliono loro, sono destinati al fallimento perché non hanno basi e allora vedrai sarà il tuo momento e tutti si renderanno conto chi sei realmente. Un abbraccio Paolo

Ecco la mia risposta.
Caro Paolo, io non mollo. Mi dimetto da segretario del PD come è giusto fare dopo una sconfitta. Ma non molliamo, non lasceremo mai il futuro agli altri. E quando penso che in Italia ci sono persone come te, innamorate della vita e talmente coraggiose da non aver paura di sfidare malattie devastanti, ti dico che sono orgoglioso di averti conosciuto. E di lottare insieme a te. Abbiamo perso una battaglia, caro Paolo, ma non abbiamo perso la voglia di lottare per un mondo più giusto. Lo faremo insieme, con il nostro sorriso e con la nostra libertà. Io non mollo, ma soprattutto non mollare tu! Ti abbraccio e ti voglio bene, Matteo.

Ricominciamo dai fondamentali 😉#tennis

#8marzo. Un pensiero alle ragazze che hanno l'età di mia figlia. Che possano vivere in una società fatta davvero di opportunità pari per tutti e tutte. In politica certo. Ma soprattutto nella vita di tutti i giorni. A cominciare dalla parità di salario.

Santa Croce oggi ha accolto tutto il mondo del calcio per l'ultimo ciao a Davide Astori. Firenze ha abbracciato la famiglia del Capitano con l'affetto e il senso di appartenenza che questa città possiede in modo unico. Spesso litigiosa e polemica, Firenze è anche una città che sa regalare amore in modo straordinario. Un pensiero alla piccola Vittoria, a Francesca, ai genitori, ai fratelli. Ciao Capitano #13
.
.
.
#Astori #fiorentina #firenze #DA13

Le elezioni sono finite, il PD ha perso, occorre voltare pagina. Per questo lascio la guida del partito.
Non capisco le polemiche interne di queste ore.
Ancora litigare? Ancora attaccare me?
Nei prossimi anni il PD dovrà stare all'opposizione degli estremisti. Cinque Stelle e Destre ci hanno insultato per anni e rappresentano l'opposto dei nostri valori. Sono anti europeisti, anti politici, hanno usato un linguaggio di odio. Ci hanno detto che siamo corrotti, mafiosi, collusi e che abbiamo le mani sporche di sangue per l'immigrazione: non credo che abbiano cambiato idea all'improvviso.
Facciano loro il Governo se ci riescono, noi stiamo fuori.
Per me il PD deve stare dove l'hanno messo i cittadini: all'opposizione. Se qualcuno del nostro partito la pensa diversamente, lo dica in direzione lunedì prossimo o nei gruppi parlamentari.
Senza astio, senza insulti, senza polemiche: chi vuole portare il PD a sostenere le destre o il Cinque Stelle lo dica. Personalmente penso che sarebbe un clamoroso e tragico errore. Ma quei dirigenti che chiedono collegialità hanno i luoghi e gli spazi per discutere democraticamente di tutto.
Quanto a me. Leggo di tutto, ancora una volta.
Qualcuno dice che le dimissioni sarebbero una finta, qualcuno che starei per andare in settimana bianca. Le dimissioni sono vere, la notizia falsa.
Mi stupisce che certe cose diventino l'apertura dei siti, emozionino le redazioni, intrighino i giornali. Parlare di me - ancora - è inspiegabile. Sono altri, adesso, a guidare il Paese: occupatevi di loro, amici dell'informazione.
Io ho già detto cosa farò: il parlamentare semplice, cercando di rappresentare al meglio quei cittadini che mi hanno onorato della loro fiducia e tenendomi in contatto con le tante esperienze belle che vivono nella nostra società.
Lo farò con il sorriso e lo farò con la consapevolezza di dover dire solo grazie per questi anni bellissimi: nessuno ci porterà via i risultati straordinari raggiunti. E cercherò di fare del mio meglio per il mio Paese anche dall'opposizione.
Basta polemiche, viva l'Italia.
E buona giornata a tutti.

Mentre sono a vedere mio figlio a giocare arriva una notizia atroce. Mi sembra impossibile. Sono incredulo e piango con la sua famiglia e con tutta la Fiorentina. Ciao Capitano. #Astori

Ho votato nella mia Firenze. Buon voto a tutti, buona domenica. E viva la democrazia #elezioni #4marzo

Abbiamo finito la campagna elettorale cantando l'inno nazionale. Tutti insieme: oltre duemila persone all'unisono. Grazie e buona notte #avanti #Mameli #Firenze

Ho ancora addosso i brividi dell'emozione, il calore del vostro abbraccio.
È stata una serata indimenticabile e vorrei ringraziarvi dal profondo del cuore.
In questi mesi hanno fatto di tutto per farci del male. Si sono inventati prove false, scandali, intrighi imbarazzanti.
Ma alla fine di questo triste teatrino, noi ci siamo, più forti di sempre. Più forti di loro.

Noi siamo orgogliosi delle riforme di questi anni, dei risultati economici, del fatto che l'Italia è ripartita. Dopo cinque anni questo Paese ha qualche diritto in più e qualche tassa in meno ed è tutto merito del PD.

Siamo orgogliosi di aver fatto una campagna elettorale sui contenuti e non sulle favole, sui risultati e non sulle bugie. Siamo orgogliosi di non aver mai insultato nessuno mentre quelli che ci odiavano hanno riempito i social delle loro fake news, utilizzato piazze semivuote per il loro rancore.

Abbiamo le idee migliori, la squadra più forte, i risultati più concreti.
Adesso bisogna lavorare sugli ultimi indecisi per chiedere un voto per la speranza contro la rabbia.

Per il coraggio contro la paura. Per il PD contro gli estremisti.
Possiamo essere il primo gruppo parlamentare. Ma per farlo abbiamo bisogno dello sforzo di tutti. Mancano poche ore. Vi chiedo di fare uno sforzo per raggiungere le persone che stanno ancora riflettendoci. E vi chiedo di farlo, forti del nostro orgoglio.
Grazie per aver cantato con me, alla fine, l'inno di Mameli. Questa campagna elettorale è stata segnata da chi ha sparato a Macerata e poi si è messo il tricolore sulle spalle. Quella bandiera non gli appartiene. I simboli dell'unità d'Italia sono di chi ama questo Paese, non di chi odia. Concludere la campagna elettorale con l'inno di Mameli cantato all'unisono da migliaia di persone mi ha emozionato e commosso. Sono fiero di essere uno di voi, amici. Mi avete dato tanto, vorrei solo restituirvi un po' della forza e dell'affetto che in ogni occasione mi manifestate. Chi odia non può capirci.

Noi siamo una comunità di donne e uomini che vive la politica come servizio. E non si ferma davanti alla paura. Orgoglioso della vostra forza, amici. Avanti, insieme.

Questa è la nostra Firenze stasera.
Serata aperta dai ragazzi di Piombino: operazione salvataggio posti di lavoro finalmente in porto. Grazie a tutti per le 100 chiusure in tutta Italia. Noi siamo #orgoglioPd #avanti #elezioni #4marzo

Most Popular Instagram Hashtags