mariabeatrice mariabeatrice

1,448 posts   17,020 followers   41 followings

MariaBeatrice Alonzi  Growth Hacker /Storyteller /Dig Strategist Award Winning Artist Inarrestabile Teatro Stabile di Roma® Exec Director (@la.siti) đź’¬DO NOT call me Maria

Io t’amo per la tua innata capacità di sembrare James Dean sempre, in tutte le foto, anche accanto ad un devastante e bellissimo monumento ai caduti.

Questa sono io, in piedi su un cubo sul palco a fare probabilmente la Tour Eiffel.
“Probabilmente” perché quando si fa improvvisazione teatrale a volte non ci si ricorda nemmeno cosa si è interpretato 5 minuti prima. Una gallina forse.
Il pubblico che ride però sì, quello te lo ricordi per sempre.
E siccome è una vita che lo ascolto e mi fa da neutralizzatore calmante per l’ansia, al posto della musica delle apine sopra la culla, ho pensato fosse il momento di provare a farlo accadere tutta da sola.
Non la Tour Eiffel ma far ridere il pubblico.
Che poi oh, ma l’avete vista la mia faccia? Gioco facile.

Ci vediamo a Roma, Teatro Manhattan dal 21 al 24 Marzo con #StandUpBaby lo spettacolo comico da 149 centrimentri di strabordante MariaBeatrice. ;) PS C’è anche @francesco__guglielmi e suona la chitarra carinamente.

VIDEO NELLA IGTV
Io sono una ragazza nata in una buona famiglia. Ho avuto e ho due genitori che mi hanno sempre amato e hanno sempre cercato di fare scelte che si sarebbero rivelate giuste per me, il piĂą delle volte.
Sono una ragazza di buona famiglia che ha potuto studiare, ha praticato sport, ha imparato (piĂą o meno) ad accettare il proprio corpo, ha imparato a fare l'amore.

Nonostante questo la collezione di relazioni dipendenti e sbagliate, ossessive, compulsive e passivo aggressive che mi toglievano il respiro e mi montavano il formicolio alla gola e alle mani, è interminabile.

La violenza, oltre che nelle botte sia chiaro, sta nello sparire, nel supplicare per poi abbandonare, versando a goccia o a torrente, nell'altro, il desiderio di sè.
Le mie sono state tutte relazioni co-dipendenti e, a loro modo, violente.
Una trappola che non è fatta di calci ma di pianti, di andare a vomitare, preghiere ed eccitazioni date dal perdono o dalla sua richiesta.

Questo sguardo, quello di questa ragazza di buona famiglia, io oggi lo do alla nostra collusiva responsabilità che non è una colpa e non è una scelta ma... ma non è manco un destino.

Ed è la festa della donna e possiamo pensare alle donne in tanti modi, a noi stesse in tanti modi.
E oggi io penso a me, stretta in una gabbia fatta da qualcun altro ma tesa con corde di pensieri miei, che ho fatto a brandelli, insieme al mio cuore sì, ma trovando i piedi per andarmene.

Perchè meglio un cuore da rammendare che uno senza speranza.
Abbiate amore, oggi e domani, per voi e per chi vi racconta di non essere felice.
E se vi fa male la pelle non per gli schiaffi ma per la vergogna, andatevene o provate a farlo. Se ve lo raccontano non restate indifferenti: parlate, sostenete, rendetevi spalle sulle quali scappare.
Le mie io me le ricordo tutte e tutti i giorni le benedico.

Se è solo violenza, andatevene.
Non restate a farvi mangiare da Barbablù, sopratutto se e quando Barbablù nello specchio, ahimè, ha anche i vostri colori. --
video di M.Beatrice Alonzi
performance di @_chiara.cappelli_ e @joe.vah
operatore @ca.mazza
aiuto regia @francesco__guglielmi
regia, montaggio e voce di M. Beatrice Alonzi

Io sono una ragazza nata in una buona famiglia. Ho avuto e ho due genitori che mi hanno sempre amato e hanno sempre cercato di fare scelte che si sarebbero rivelate giuste per me, il piĂą delle volte.
Sono una ragazza di buona famiglia che ha potuto studiare, ha praticato sport, ha imparato (piĂą o meno) ad accettare il proprio corpo, ha imparato a fare l'amore.

Nonostante questo la collezione di relazioni dipendenti e sbagliate, ossessive, compulsive e passivo aggressive che mi toglievano il respiro e mi montavano il formicolio alla gola e alle mani, è interminabile.

Perchè in questo tempo la violenza, oltre che nelle botte sia chiaro, sta nello sparire, nel supplicare per poi abbandonare, versando a goccia o a torrente, nell'altro, il desiderio di sè.
Le mie sono state tutte relazioni co-dipendenti e, a loro modo, violente.
Una trappola che non è fatta di calci ma di pianti, di andare a vomitare, preghiere ed eccitazioni date dal perdono o dalla sua richiesta.

Questo sguardo, quello di questa ragazza di buona famiglia, io oggi lo do alla nostra collusiva responsabilità che non è una colpa e non è una scelta ma... ma non è manco un destino. [continua a leggere nel post di oggi]

Delicata e gentile.

Ci vediamo stasera per l’ultima ;)

Al mio infinito amore, compagno di ogni mio giorno, battito di ogni avventura.
Per il tuo giorno il mio cuore per te che tra l’altro ce l’hanno regalato la Marghe e la Paffo (@ottobarradieci_spaziodesign // @bergamo_city_kiwi) quindi d’amore ce n’è per sempre.

Buon compleanno amore mio.
❣️

Io e Margherita, giovani e carine.

Come ve pare, ma questa è la mia mamma.
#game #cards #glamour #lady #mother #games #cardistry #bnw #glam #ladies

Buon amore, con tutto l’amore del mondo, a tutti voi.
•
#kiss #kisses #hugs #kissing #hug #girlfriend #boyfriend #couples #relationship #stage

Volevo dire a tutti che oggi sono riuscita anche a truccarmi da signorina!
Passate una giornata figata, io vado dal parrucchiere che siccome che piove è sempre la migliore delle idee.
|
#necklace #jewelry #earrings #bracelet #pendant #jewellery #accessories #makeupaddict #ring #choker

Per scattare la foto da mandare alla mamma, Bea indossa il cappotto del suo ragazzo, per gentile concessione dello stesso. |
#boyfriend #girlfriend #couple #hugs #gf #winter #scarf #coat #snow #scarves

Most Popular Instagram Hashtags