iltirreno iltirreno

794 posts   8166 followers   331 followings

Il Tirreno  Le foto con #betuscan sono postate dagli @igerstoscana. Il direttore responsabile è Luigi Vicinanza

http://iltirreno.gelocal.it/

Buongiorno eccoci al mio ultimo appuntamento con il #betuscan ! A volte smarriamo la nostra strada ed è proprio in quel momento che dobbiamo trasformarci in eroi, eroi per noi stessi, per rimetterci in cammino sulla nostra strada ed abbandonare quella folta selva e trovare in fine il proprio locus amoenus.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#igersitalia #igerstoscana #igerssiena #italia #italy #toscana #tuscany #visittuscany #instatuscany #aroundtuscany #browsingitaly #discovertuscany #aroundsiena #madeintuscany #whatitalyis #ilikeitaly
Foto e testo: @billokko

Buongiorno eccoci al quarto appuntamento con il #betuscan ! Fermo, immobile.. osservavo la vita scorrere lungo la sua strada, vedevo le tracce che lasciava indelebili ad ogni suo passaggio ed i ricordi che riaffioravano dentro di me.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#igersitalia #igerssiena #igerstoscana #italia #ilikeitaly #italy #whatitalyis #aroundsiena #discovertuscany #browsingitaly #aroundtuscany #visittuscany #instatuscany

Foto e testo: @billokko

Buongiorno ecco al terzo appuntamento con il #betuscan ! Una strada da condividere fianco a fianco dopo la fatidica affermazione "si lo voglio" può riservare sempre degli imprevisti, fortunatamente qui niente di grave.. solo un piccolo guasto 😊.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#igersitalia #igerstoscana #igerssiena #italia #italy #toscana #tuscany #visittuscany #instatuscany #aroundtuscany #aroundsiena #whatitalyis #ilikeitaly #discovertuscany #browsingitaly
Foto e testo: @billokko

Buongiorno, eccoci al secondo appuntamento con il #betuscan una strada bianca.. la polvere che si alza ad ogni passo ed il silenzio della natura che ci circonda.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#igersitalia #igerstoscana #igerssiena #italia #italy #toscana #tuscany #visittuscany #instatuscany #aroundtuscany #aroundsiena #whatitalyis #ilikeitaly
Foto e testo: @billokko

Buongiorno sono Simone Francioni alias @billokko e da oggi vi porterò in giro per le strade della provincia di Siena con il progetto #betuscan grazie alla redazione de @iltirreno e alla community @igerssiena per avermi scelto. Le strade non sono sempre quello che tutti noi pensiamo..sono percorsi immaginari, nascosti e a volte sono sopra di noi, comparendo solo quando la luce del giorno se ne va.
.
.
.
.
.
.
.
.
#igersitalia #igerstoscana #igerssiena #italia #italy #toscana #tuscany #visittuscany #instatuscany #aroundtuscany #aroundsiena
Foto e testo: @billokko

"Fuga dal tempo"
Per concludere, una gita "fuori porta."
La strada che conduce a Fiesole, cittadina che sorge sul colle immediatamente alle spalle di Firenze, costeggia ville ed enormi parchi privati ed e' tutta in salita.
Tuttavia, la fatica fatta nel percorrerla sarà ricompensata da un panorama mozzafiato che permette di ammirare la città del Giglio in tutta la sua straordinaria magnificenza.
La foto riprende un particolare dell'opera in bronzo di Antonio Crivelli, posta nella celebre Piazza Mino, dalla quale si intravede svettare l'elegante campanile della Cattedrale romanica di San Romolo.
Oltre che per i monumenti e vestigia del suo antichissimo passato che ha radici etrusche, il fascino romantico di Fiesole deriva anche dai numerosi itinerari percorribili tra boschi e colline che la circondano.
Una curiosita': pare che proprio dall'insediamento di Fiesole, divenuta in seguito florida colonia romana, abbia avuto origine Florentia.
Per questo motivo Fiesole viene considerata la "madre" della città di Firenze. .
Per #beTuscan foto e testo di @bibucci

"Se possedete una biblioteca o un giardino, avete tutto ciò che vi serve nella vita"
Come dar torto a Cicerone?
Se poi il giardino e' posto in una splendida terrazza affacciata su un panorama mozzafiato dal quale poter ammirare Firenze in in piena tranquillità, ecco che i vostri desideri possono davvero considerarsi in parte esauditi!
Il "giardino degli orti del Parnaso" detto anche "del Dragone" (il protagonista della foto) e' il proseguimento in verticale del più famoso Giardino dell'Orticoltura.
Ad esso si può accedere dal cancello principale di Via Trento o appunto dall'entrata secondaria dell'Orticoltura.
Il serpente o il drago (esiste una diatriba su cosa possa davvero essere) altro non e' che una fontana che si impone sull'intero giardino, snodandosi lungo la scalinata centrale.
Il nome deriva da una leggenda: si narra che il Dio Apollo uccise sul Monte Parnaso il mostruoso serpente Pitone che seminava il panico tra i villaggi e faceva seccare le piante.
Nel 2003 gli Orti del Parnaso sono divenuti la sede del Giardino dei Giusti, per ricordare tutte quelle persone comuni che hanno cercato di salvare altri esseri umani da persecuzioni, genocidi ed atti di violenza.
Nella parte superiore del parco si trova un esemplare di Carrubo di circa 60 anni dedicato alla memoria del sindacalista brasiliano Chico Mendes, ucciso nel 1988 per la sua azione in difesa degli indios dell'Amazzonia ed un esemplare di Lagerstroemia di circa 40 anni in memoria del ciclista toscano Gino Bartali che durante l'occupazione nazista aiuto' con un atto di eroico coraggio gli ebrei perseguitati dal regime, per il quale venne nominato nel 2013 "Giusto tra le nazioni".
Un ultimo dettaglio più frivolo: il giardino del Parnaso e' uno dei punti migliori per godere dello spettacolo pirotecnico che si tiene ogni anno il 24 giugno per San Giovanni, patrono della città. .
.
Per #beTuscan foto e testo di @bibucci

"Nella convalle fra gli aerei poggi/ Di Bellosguardo, ov'io cinta d'un fonte / Limpido fra le quete ombre di mille / giovinetti cipressi alle tre Dive / l'ara innalzo.." Siamo a Bellosguardo (come recita Ugo Foscolo nel poemetto "Le Grazie"), una zona situata su una piccola collina nella parte sud-ovest di Firenze, dalla quale si gode un incantevole panorama sulla città.
E' infatti una visione suggestiva e per lo più sconosciuta al turismo di massa che permette di apprezzare Firenze e gran parte dei suoi monumenti in modo più intimo rispetto ad altre viste che l'abbracciano.
Caratterizzato dalla presenza di molte ville, alcune delle quali di origine rinascimentale, e' un territorio ispiratore d'arte che ha ospitato nel passato personaggi come Galileo Galilei, Garibaldi, Montale e il sopra menzionato Ugo Foscolo, i quali hanno composto alcune delle loro opere proprio durante il soggiorno in questo luogo.
"Qui dove la grazia del cielo e del colle innalza la qualità dell'arte, vissero ed operarono i seguenti figli di patrie diverse.." non a caso recita difatti una targa apposta all'ingresso di Villa dell'Ombrellino.
.
Per #beTuscan foto e testo di @bibucci

"... a tutte hore che io penso a dicto monasterio son da me fugate ire et maliconie"
Sul Monte Santo, alle porte di Firenze sud, si erge la magnifica Certosa fiorentina, imponente Monastero la cui costruzione si deve a Niccolò Acciaioli (sue le parole sopra citate), banchiere fiorentino che volle realizzarla nel 1341, non solo come centro di vita monastica ma anche come scuola di educazione per giovani da avviare alla scienza.
Complesso di bellezza maestosa e suggestiva, circondato da ulivi e cipressi, conserva ancora al suo interno, nonostante i numerosi saccheggi e trafugamenti subiti, varie opere d'arte fra le quali le 5 lunette con gli episodi della Passione di Cristo del Pontormo, rifugiatosi nel Monastero per sfuggire all'epidemia di peste che imperversava su Firenze. E' possibile conoscere ed apprezzare la Certosa con le visite guidate dei monaci o dei volontari, al termine delle quali si possono gustare i liquori preparati dai frati Cistercensi ancora con metodi antichi.
E' proprio grazie alla loro regola monastica, a differenza della rigida clausura dei predecessori Certosini, che e' stato reso possibile l'accesso alla bellezza ed alla pace di questo luogo. .
Per #beTuscan foto e testo di @bibucci

"Tutto ciò che di moderno si e' venuto a creare nasce da una spinta che parte da una prospettiva rinascimentale, quindi da Firenze"
Dinanzi a Porta Romana, una delle porte più grandi risalenti al 1300 che si sono conservate in città, si erge una imponente e particolare statua di marmo.
Addirittura ribattezzata come "la squilibrata" o "la donna con il mal di testa", a causa del peso che grava su questa figura femminile, in realtà il suo vero nome e' "Dietrofront".
Si tratta di un'opera del Maestro Michelangelo Pistoletto che rappresenta due donne disposte una in verticale, con lo sguardo rivolto verso via Senese, l'altra, in equilibrio sopra la testa della prima, che viceversa osserva via Romana attraverso l'ingresso della porta.
Il significato che Pistoletto ha voluto dare alla sua opera, attraverso la tensione delle due figure che rivolgono lo sguardo in direzioni opposte, si ricondurrebbe proprio al contrasto ed alla circolarità tra passato e futuro, da qui la citazione sopra riportata dell'artista.
E' come se la sua statua, con il suo bagaglio di arte e conoscenza, si spingesse da Firenze verso il mondo per incontrarlo e poi qui vi facesse ritorno. .
Per #beTuscan foto e testo di @bibucci

Cala il sole su questa giornata di festa e di sole. E anche sul #betuscan nella provincia di #MassaCarrara
@crima66 ci ha accompagnato lungo le coste, ricordandoci che oltre ai monti della #Lunigiana e al marmo delle #alpiapuane ci sono anche delle bellissime coste!

Tutta la nostra costa era solcata da torrenti e fossi che come una ragnatela disegnavano la piana tra i monti e il mare. Con gli anni e l'urbanizzazione purtroppo molti di questi sono stati chiusi, deviati, "tombati" mentre altri ancora restano a ricordarci l'importanza dei corsi d'acqua nella nostra terra.
Questo è il Canal Magro che da #Montepepe, proprio dietro #Massa, attraversa tutta la pianura per sbucare a #Poveromo
Foto e testi di @crima66 per il #betuscan per la provincia di #MassaCarrara
#igersitalia #igerstoscana #igersmassacarrara #costaapuana

follow this page in feedly

Most Popular Instagram Hashtags