[PR] Gain and Get More Likes and Followers on Instagram.

il_meglio_del_cinema il_meglio_del_cinema

319 posts   429 followers   181 followings

Rocco Nanut  Collezionista di film, 230 dvd, 26 cofanetti, 11 bluray Film preferito: C'era una volta in America Registi preferiti: Nolan, Kubrick, Hitchcock...

https://youtu.be/3X-egFt_sGw

Recensione: Kingsman il cerchio d'oro (2017)
Tre anni dopo l'amato primo capitolo tornano sul grande schermo i Kimgsman, tranquilla sartoria inglese all'apparenza, ma che in realtà è una base operativa per agenti speciali.
La scena iniziale, con un grandissimo piano sequenza, ricorda molto quella di Baby Driver da cui Matthew Vaughn prende molto spunto dallo stile registico di Edgar Wright riuscendoci molto bene dal punto di vista visivo, senza però avere quella profondità quasi invisibile ma molto presente nelle pellicole del mistico regista inglese. Questo secondo capitolo vede un cast veramente eccezionale, visto anche il genere molto insolito, con nomi del calibro di Colin Firth (che mi è piaciuto molto) e di una grandissima attrice come Julian Moore che interpreta Poppy, un gran bel Villan se non fosse che è stato approfondito pochissimo ed è un vero peccato perché c'era tanto materiale con il quale lavorare. Il cameo di Elton John è tanto azzeccato quanto inutile in alcune scene ed è proprio uno dei problemi del film, il voler strafare anche in scene apparentemente tranquille, che potevano essere chiuse prima ma alla fine non dà tanto fastidio. La trama è originale e divertente, variando location in modo brillante ed elegante e grazie a questi cambi scopriamo i loro cuginetti americani, gli Statesman di cui fa parte il mitico Pedro Pascal, ovvero l'Oberyn Martell di GOT o Peña di Narcos, che ci regala una performance divertente ma anche piena di suspance. Quindi, ricapitolando, Kimgsman il cerchio d'oro è un sequel riuscito, meno geniale del predecessore con un mancato approfondimento caratteriale dei personaggi ed una sceneggiatura così così, che però intrattiene alla grande con un ritmo incessante e martellante grazie ad un'ottima dose di battute e azione e gli effetti speciali, grazie anche all'elevato budget, sono veramente ottimi.
Questa volta la critica ha preso un granchio snobbando così tanto questa pellicola.
Voto:7.5
#kingsman#gameofthrones#narcos#tvseries#hbo#netflix#dexter#fargo#oscar#cinema#movie#film#instagram#instagramlike#likeforlike#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Recensione: In questo angolo di mondo (2016)
Arriva finalmente nelle sale italiane dopo quasi un anno d'attesa il film d'animazione campione di incassi in Giappone, che segna il primo appuntamento stagionale della Nexo Digital.
Il film è ambientato durante la seconda guerra mondiale e seguiamo le vicende di una vita di Suzu, che, costretta dai genitori a sposarsi, scoprirà che la vita è dura e ne pagherà altissimo il prezzo.
Una vergogna che il film sia stato proiettato solo per due giorni, ma non è colpa dei distributori bensì della nuova generazione, che preferisce divertirsi invece che riflettere, basti pensare che a vedere Cars 3 al cinema c'erano cento persone, mentre a vedere questa straordinaria opera tre in tutta la sala. Il film colpisce fin dai primi fotogrammi per il suo stile di disegno con dei tratti concisi, semplici, pittoreschi e con una cura nei dettagli che mi ha ricordato quella presente nelle pellicole di Hayao Myazaki.
Ottime anche la sceneggiatura e la regia (che però non mi ha fatto impazzire durante i bombardamenti che ho trovato sfruttati male), e la caratterizzazione dei personaggi, vero punto di forza di questo straordinario film, soprattutto per il feeling che abbiamo con la protagonista. Il film è diviso in due parti, la prima narra le vicende di Suzu, le sue avventure e disavventure, mentre la seconda parte è incentrata sui bombardamenti e sulla dura vita che dovevano sopportare a quei tempi. In conclusione In questo angolo di mondo è un'opera visivamente spettacolare, devastante dal punto di vista emotivo e, nonostante qualche calo di ritmo ed un retrogusto patriottico, ci fa appassionare ed emozionare. Sono questi i film con cui i bambini dovrebbe crescere per imparare i valori della vita.
Voto:8.3
#inthiscorneroftheworld#anime#myazaki#spiritedaway#howlsmovingcastle#thewindrises#cinema#oscar#film#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Breve commento sugli Emmy appena conclusi, domani farò un post più dettagliato.
Be che dire grande delusione perché trovo scandaloso che Westworld e Fargo non abbiano vinto un premio e per quanto Big Little Lies sia una bella serie non meritava così tanti premi. Non mi esprimo sulla serie regina della nottata ovvero The Handmaid's Tale non avendola ancora vista ma spero sia bellissima perché se no la nottata perderebbe di credibilità.
Vi farò sapere in un post tra qualche ora la mia su ogni premio.
#emmy#oscar#cinema#movie#film#goldenglobes#biglittlelies#fargo#westworld#thehandmaidstale#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Stanotte va in onda la 69 edizione degli Emmy.
Io tengo per Westworld, Fargo, The Night of e Sherlock
Stanotte appena finita la premiazione farò un breve commento sui vincitori.
#westworld#fargo#thenightof#sherlock#tvseries#hbo#netflix#strangethings#gameofthrones#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Recensione:Cars 3 (2017)
Terzo ed ultimo capitolo della triologia considerata da molti la pecora nera della Pixar, che ci aveva abituati a capolavori assoluti per genialità ed innovazione e che con Cars 2 in particolare aveva puntato tutto sulla comicità e sul successo commerciale. Per fortuna dopo aver toppato con il secondo non commetono lo stesso errore consegnandoci un film non proprio indimenticabile ma che aggiusta il tiro sia dal punto di vista della trama, sia dei valori che cerca di trasmettere. "Largo ai giovani", porrebbe essere riassunta in tre parole la pellicola che ci mostra un Saetta MCQUEEN che ha ormai capito che la nuova generazione di auto è più forte, ma vuole avere un'ultima gara per dimostrare a tutti quanto vale e chiudere col botto una fantastica carriera. Alla fine ce la fa anche se il finale per quanto abbia senso e chiuda in qualche modo un cerchio non mi ha soddisfatto del tutto e mi ha lasciato un po l'amaro in bocca. Mi sono piaciuti i nuovi personaggi introdotti, Cruz Ramirez dovrebbe essere d'esempio per tutti per come si approccia alla vita (anche se il suo personaggio era un po troppo spesso sopra le righe) ed ho adorato alla follia tutti i flashback che ci hanno raccontato di Doc ricreando un'atmosfera nostalgica perfetta.
Non mi è piaciuto per niente invece come hanno trattato i personaggi del primo film trasformandoli in macchiette e dandogli un minutaggio piuttosto scarso. In conclusione Cars 3 è un buon film che si avvicina ai livelli del primo ed è anni luce migliore del secondo(non che ci volesse molto), con una trama semplice e lineare ma che viene sfruttata nel migliore dei modi e con una grafica mozzafiato soprattutto nelle gare.
Voto:7.5
#cars3#disney#pixar#murderontheorientexpress#it#bladerunner2049#starwars#cinema#movie#oscar#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

My top 10 most anticipated movies of the rest of 2017
10:The shape of water
9:Kingsman the golden circle
8:Mother
7:Cars 3
6:The beguiled
5:The snowman
4:Star wars the last jedi
3:Blade runner 2049
2:It
1:Murder on the orient express
#murderontheorientexpress#poirot#it#bladerunner2049#starwars#kingsman#cars3#disney#thesnowma#thebeguiled#mother#theshapeofwater#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Recensione: La fratellanza (2017)
Prendete un uomo istruito, con un buon lavoro, una moglie ed un figlio piccolo. Prendetelo e mettetelo nel sistema carcerario americano, dove uomini che hanno commesso crimini minori si ritrovano rinchiusi insieme a criminali pericolosi ed assassini. Non hai scelta, o ti sporchi le mani unendoti a qualche gang oppure non ne esci vivo da lì, e la pellicola ci fa riflettere su cosa avremmo fatto noi al suo posto. Avremmo pensato a salvarci la vita o non c'è l'avremmo fatta perché siamo troppo deboli? Parte con un'ottima premessa il film, salvo poi perdersi, in alcuni casi abbastanza banalmente, in discorsi inutili e stucchevoli, e si basa su due piani temporali: il presente, dove vediamo Jacob completamente cambiato dalla prigione e che oramai è un uomo diverso, e la parte cosiddetta "carceraria" dove vediamo come il protagonista si è dovuto sporcare per proteggere la sua vita e quelle delle persone a lui più care. Peccato che la parte molto più interessante abbia avuto troppo poco minutaggio a discapito dell'altra storyline che mi è piaciuta molto meno e che si è trasformata in una banale storia d'azione e di traffici. Ma diciamoci la verità, almeno l'80% della gente è andata a vedere questo film perché il protagonista è l'attore che interpreta Jaimie Lannister nel Trono di spade (ed è tra l'altro il mio personaggio preferito della serie) e quindi volevamo vedere come se la cavava nello spietato mondo del cinema. Beh signori, Nikolaj Coster-Waldau ha dimostrato a tutti di essere un grandissimo attore grazie ad un'interpretazione intensa e piena di pathos e regge benissimo il peso della pellicola sulle sue spalle. In conclusione La fratellanza è un bel film con un'ottima interpretazione del protagonista, ma che pecca un po' nei comprimari e in una delle due storyline.
Voto:7.3
#shotcaller#nikolajcosterwaldau#gameofthrones#winterishere#tvseries#hbo#netflix#lannister#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#lalaland#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Recensione: 3 stagione Twin peaks
C'è l'aveva promesso Laura Palmer 25 anni fa che ci saremmo rivisti e così è stato dopo una lunga attesa dovuta anche al cliffhanger mostruoso del finale della seconda stagione che aveva fatto mettere le mani nei capelli a parecchie persone. Questa nuova stagione è Linch all'ennesima potenza, Showtime gli ha dato campo libero e lui ha trasformato Twin Peaks in quello che voleva lui giocando con il surreale e le situazioni paradossali. Ho fatto un po fatica all'inizio a seguirla perché mi aspettavo tutta un'altra cosa, ma una volta che mi ci sono abituato ha iniziato a piacermi sempre di più e gli ultimi cinque episodi sono da consegnare dritti nel manuale dell'episodio perfetto.Kyle MacLachlan interpreta anche il suo alter ego in modo perfetto alternando l'ingenuità e la stupidità iniziale al povero Cooper e la ferocia e cattiveria in modo perfetto nell'interpretare Dougie Jones. Linch è stato furbissimo e ha inserito un sacco di nuovi personaggi nei primi episodi per far man mano venire fuori quelli vecchi in modo da giocare in modo molto intelligente sul fattore nostalgia.
Mi ha fatto piacere rivedere tutti i vecchi protagonisti, in particolare ho apprezzato moltissimo l'evoluzione del personaggio di Bobby che dopo il discorso fattogli dal padre 25 anni prima ha messo la testa a posto ed è entrato in polizia. Questa terza stagione mi è molto piaciuta nonostante qualche stranezza di troppo e adesso chissà se dovremo aspettare altri 25 anni per sapere come va a finire la serie visto il finale raccapricciante e delirante che Linch ha piazzato per confonderci.
"In che anno siamo"
Voto:9
#twinpeaks#showtime#linch#tvseries#netflix#hbo#gameofthrones#oscar#cinema#movie#film#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#lalaland#manchesterbythesea#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Recensione: Interstellar (2014)
Visto già un sacco di volte in tv, ho avuto la possibilità grazie a Dunkirk di vederlo al cinema ed è stata un' esperienza sensazionale.Dopo i titoli di coda nessuno ha fiatato per 1 minuto e c'è stata anche la standing ovation finale (cosa normale in America) ma che in Italia è più che rara. Nolan riesce sempre ad offrire trame intriganti e mai banali giocando sempre su vari piani narrativi e sicuramente se vuoi passare una serata tranquilla certamente Nolan non fa per te. Interstellar é semplicemente magnifico, coinvolgente ed innovativo e lo considero il secondo migliore lavoro del regista dopo il recentissimo Dunkirk. La trama è bellissima, erano anni che nessuno osava così tanto con un film e nonostante duri due ore e mezza non c'è quasi mai un momento di noia anche se nella parte centrale quando vanno sul pianeta di Miller la pellicola perde un po' di originalità ma non di ritmo e anzi piazza due colpi di scena veramente stravolgenti. Matthew Mc Conaughey secondo me dà la miglior interpretazione della carriera e neanche nominarlo come miglior attore protagonista è sintomo che all'Accademy Nolan non va proprio giù, ma sono bravissimi anche Casey Affleck, il solito Michael Caine ed una straordinaria Jessica Chaine con cui Matthew avrà un complicatissimo rapporto padre-figlia. Bisogna ammettere però che buona parte del lavoro lo fa Hans Zimmer che è stato magistrale in Dunkirk, ma qua veramente raggiunge livelli inimmaginabili e senza di lui molte scene avrebbero perso d'impatto emotivo. Proprio sul livello emotivo gioca con molte scene come l'addio a Murph, oppure la famosissima "The docking scene" e la scena finale che è straziante e allo stesso tempo meravigliosa. Il film non è un capolavoro assoluto, ma solo un bellissimo film per due piccoli difetti che sono la parte centrale che perde un po' di originalità e gli spiegoni fantascientifici in cui si perde ogni tanto, ma rimane un film stupendo che ha osato tantissimo ed è stato ripagato alla grande.
Voto:9.4
#interstellar#dunkirk#nolan#memento#thedarknight#matthewmcconaughey#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#lalaland#caseyaffleck#

Most Popular Instagram Hashtags