il_meglio_del_cinema il_meglio_del_cinema

284 posts   419 followers   161 followings

Rocco Nanut  16 anni , amante di tutti i generi Collezionista: 250 DVD Registi preferiti: Kubrick, Leone,Hitchcock, Ford... Canale youtube: il meglio del cinema

https://youtu.be/3X-egFt_sGw

Recensione: Hacksaw ridge(2017)
Riguardato ieri il film l'avevo già visto quando uscì al cinema due volte e devo dire che anche sul piccolo schermo la pellicola fa la sua bella figura. Siamo nel 1942, il giovane Desmond Doss obiettore di coscienza per motivi religiosi e figlio di un veterano della prima guerra mondiale, decide di arruolarsi per servire il proprio paese. Doss nonostante mille peripezie e senza mai toccare un'arma dimostrerà a tutti di essere un eroe. Mel Gibson torna nei panni da regista dopo vari problemi con il mondo di Hollywood(gridó frasi antisemite contro un poliziotto da ubriaco) e torna in grande stile.
Il film ricorda molto per la prima parte Full Metal Jacket, anche nella figura del sergente chiaramente un omaggio a Kubrick, mentre nella seconda parte ci viene mostrata la brutalità presente in Salvate il soldato Ryan. Ma il film regge benissimo il peso di questi due capolavori del genere con una narrazione lenta all'inizio bruscamente interrotta appena ci si affaccia al mondo bellico.
Le scene sono girate in modo meraviglioso e la nomination all'Oscar a Andrew Garfield é meritatissima per la sua stupenda interpretazione nel ruolo di Desmond Doss.
Strepitoso il sonoro(che ha vinto il premio Oscar) che quando l'ho visto al cinema sembrava di essere in prima linea. Menzione d'onore per la fotografia anche essa mozzafiato con quella nebbia che metteva apprensione anche nelle scene apparentemente tranquille. Avrei preferito che approfondissero di più la pisocologia giapponese, la prima parte del fim è un po scontata e al film mancava il pizzico di genio ma nonostante questi piccoli difetti rimane una grandissima pellicola.
Bentornato Mel Gibson e bentornati film bellici aspettando Dunkirk che stando al parere di molti é un capolavoro.
Voto:9
#hacksawridge#melgibson#andrewgarfield#fullmetaljacket#savingprivateryan#warmovie#oscar#dunkirk#cinema#movie#instgram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#lalaland#manchesterbythesea#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Parere Game of Thrones:7×02
Questa notte ho visto in diretta il secondo episodio che mi é garbato molto. I dialoghi tornano ad alti livelli(anche se il processo di Tyrion rimarrà innarivabile) soprattutto grazie alla presenza di Varys e Lady Olenna. Jon Snow intanto decide di andare a trovare Daenerys nonostante il malcoltento generale e lascia le chiavi del Nord a Sansa con Ditocorto che farà di tutto per ammaliarla. Sam intanto dimostra di essere buono e decide di aiutare l'ultra friendzonato Ser Jorah nonostante lo schifo che é costretto a sopportare ogni giorno. Arya Stark intanto rincontra dei vecchi amici e cambia completamente piano quando scopre che i Bolton sono morti e Jon Snow é il re del Nord. Ma la parte straordinaria é quella finale con un assalto pirata guidato da uno spietato Euron Greyjoy che é diventato eroe nazionale per aver ucciso due delle serpi(i personaggi più noiosi e inutili di GOT) e che ha in serbo un regalo per conquistare Cersei.
Theon invece si dimostra ancora una volta un codardo, anche se questa volta é condivisibile, e si scopre un campione mondiale di tuffi ai livelli di Tania Cagnotto.
Un episodio ancora introduttivo che peró inizia già ad ingranare molto bene.
#gameofthrones#hbo#winterishere#tvseries#netflix#strangerthings#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#lalaland#manchesterbythesea#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Recensione:Django Unchained(2012)
Sesto film di Tarantino, la pellicola parla di Django uno schiavo nero che grazie all'aiuto del dottor Schultz diventa un uomo libero e cercherà vendetta nella ricerca per ritrovare sua moglie. C'erano dei dubbi riguardo la qualità della pellicola per problemi di montaggio ed allontanamenti dal set, ma Tarantino non sbaglia un colpo e tira fuori dal cilindro un grandissimo film.
Il regista rende più volte omaggio agli spaghetti western, in particolare al mitico Sergio Leone con la scena finale liberamente ispirata al Buono il brutto e il cattivo. Django Unchained é sanguinolento, esplosivo, audace e pulp rock e l'incipit musicale all'inizio come già successo in The Hateful Height é epico. L'incontro tra il dottor Schultz e Django nei primissimi minuti ci fa già capire quanto sarà sanguinolento ed irriverente.
Tutti gli attori fanno un fantastico lavoro da Jaimie Fox a Samuel L.Jackson passando per di Caprio che a parer mia da la sua migliore interpretazione di sempre alla pari con quella in The Wolf of wall Strett. E poi c'é Cristoph Waltz che per questo ruolo si é guadagnato l'oscar interpretando un dottore temibile, ironico e spassoso. La sceneggiatura vincitrice anche lei dell'oscar é fresca, scoppiettante e divertente. Tante le citazioni da ricordarsi da Alexandre Dumas é nero, a c'é un negro a cavallo fino alla mitica frase La d é muta bifolco.
In conclusione Django Unchained é un film strepitoso, che tratta il tema dello schiavismo in modo più leggero ma non per questo non lo condanna ed é tra i miei dieci film preferiti del nuovo millennio.
Voto:9.6
#tarantino#djangounchained#western#sergioleone#reservoirdogs#pulpfiction#oscar#cinema#movie#film#instagram#likeforlike#instagramlike#lalaland#manchesterbythesea#hacksawridge#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Recensione: Casablanca(1942)
Tratto dal testo teatrale Everybody comes to Rick’s questo film é diretto da Michael Curtiz regista famoso per film del calibro di Bianco Natale e La leggenda di Robin Hood.
La pellicola é ambientata a Casablanca in Marocco che durante la seconda guerra mondiale era sotto l‘occupazione francese di Vichy ed é una straordinaria storia d’amore, di rispetto e di rinunce. Casablanca é considerato uno dei film americani per eccellenza al pari solo di Via col vento e Quarto potere inserito in ogni classifica che si rispetti.
Tantissimi i momenti che hanno reso questa pellicola un vero e proprio cult, dalla meravigliosa ed iconica scena finale all’areoporto, dalla frase finale di un inizio di una splendida amicizia all'indimenticabile ‘As time goes by’. L'alchimia tra Bogart e la Bergman é sensazionale, sembra quasi che non stiano recitando, sembrano delle normali persone con i soliti problemi della vita quotidiana.
La Bergman mette in gioco numerose espressioni facciali ed una dolcezza infinita, mentre Bogart é il vero eroe del film, dietro la scorza dura e l'abito impeccabile si nasconde un cuore tenero e generoso che col passare dei minuti si farà sentire.
Casablanca é una commovente storia d'amore,mescolata tra romanticismo e speranza, con un finale amaro dove non trionfa l'amore ma la speranza condita da dei dialoghi veloci e piccanti.
"Buona fortuna bambina"
Voto:9.8
#casablanca#humpreybogart#ingridbergman#hollywood#film#movie#oscar#cinema#instagram#likeforlike#instalike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#lalaland#manchesterbythesea#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Recensione: 12 anni schiavo(2013)
Il film narra di Solomon Northup un uomo libero che viene raggirato e venduto come schiavo. Il film é un adattamento del libro scritto proprio da Solomon che narra i suoi 12 anni di sofferenze.
Il film é stato acclamato dalla critica di tutto il mondo definendolo un capolavoro contemporaneo destinato ad entrare nella leggenda, ha anche vinto tre premi oscar come miglior film, miglior sceneggiatura non originale e miglior attrice non protagonista a Lupyta Nyongo che é semplicemente straordinaria.
Un cast eccezionale che offre interpretazioni magnifiche da parte di tutti, da Ejiofor che fa trapelare tutta la sofferenza che prova a Fassbender(ormai pupillo di McQueen) che mostra la crudeltà umana nel vero senso della parola.
Basterebbero quei 10 minuti di tensione tra il protagonista e Paul Dano culminati con una scena terrificante ed agghiacciante.
12 anni schiavo non é un film facile da guardare, é la tragedia di un uomo ma anche il dramma di migliaia di persone.
La regia di McQueen é regolata e controllata e propone un interessantissimo gioco di luci ed ombre e la sceneggiatura é commovente ed efficace
La colonna sonora é potente e trascinante e i canti gospel sono sempre un piacere per le orecchie. É un film, brutale, sorprendente e commovente un raro pezzo pregiato di cinema contemporaneo.
Molti film hanno provato a raccontare in modo così brutale la crudeltà umana, solo pochi ci sono riusciti, 12 anni schiavo é un film che é già entrato di diritto nella storia del cinema.
Uno dei miei cinque film preferiti del nuovo millennio
Voto:9,5
#12yearsaslave#lordoftherings#spiritedaway#myazaki#studioghibli#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlikes#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#lalaland#hacksawridge#manchesterbythesea#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Commento 7×01 Game of Thrones
Il trono di spade è la mia serie tv preferita e non vedevo l'ora che uscisse il primo episodio della settima stagione. Ieri notte mi son rivisto gli ultimi due episodi della sesta (che considero tra i più belli della storia delle serie tv) per arrivare preparato.
Be che dire è stato un episodio introduttivo, non ci sono particolari colpi di scena bensì si stanno delineando tutte le varie storyline che sono una più importante dell'altra.
E come se avessero posizionato le pedine nello scacchiere della grande guerra anche se a dire la verità un colpo di scena c'è: Arya prima della sigla si finge Wolder Frey e si vendica degli assassini di sua madre e di suo fratello.
Bran ha terrificanti visioni sul re della notte ed insieme a Meera viene accolto dai guardiani della notte. Jon Snow intanto continua ad avere discussioni con Sansa e Ditocorto è pronto ad approfittarne. Cersei intanto accoglie Euron Greyjoy che le promette di portarle un dono degno della sua bellezza ( che io penso sia uno dei draghi di Daeneris).
Sam non se la sta cavando tanto bene alla cittadella e sta svolgendo i lavori più umili ed umilianti per riuscire ad avere più informazioni riguardo il vetro di drago l'unica cosa in grado di uccidere gli estranei. Scopriamo che si trova nella cittadella anche Ser Jorah con il braccio completamente coperto dal morbo grigio. L'episodio si conclude con Daeneris che arriva a Roccia del drago e minacciosa dice: "Cominciamo"!
E voi siete pronti a giocare al gioco del Trono?
#gameofthrones#hbo#tvseries#netflix#winterishere#truedetective#fargo#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#lalaland#manchesterbythesea#hacksawridge#caseyaffleck#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Recensione: The war il pianeta delle scimmie (2017)
Terzo ed ultimo capitolo della triologia, nel filmarriva il tanto atteso scontro scimmia uomo. È una pellicola triste, cupa, densa di avvenimenti che vede il mondo ormai come un posto di guerra per la sopravvivenza. Il primo atto è molto silenzioso e teso, e fa affidamento alla narrazione temporale, ai segni e agli sguardi inquieti. Molte le tematiche che invece vengono fuori nel secondo atto, come rabbia, dubbio, sacrificio e vendetta ed è tangibile da un notevole aumento del ritmo narrativo. Andy Serkis dà ancora una volta prova della sua abilità con la motion capture e spero che quest'anno l'Academy decida di riconoscerne le qualità. Ma non è l'unico a brillare, infatti abbiamo un Woody Harellson in formissima, che si ispira a quel capolavoro di Apocalypse Now riprendendone la follia e la genialità. È un personaggio crudele in grado di uccidere il proprio unico figlio per concedere un'ultima chance all'umanità. Funzionano bene tutti i personaggi secondari, a parte Bad Ape che ho trovato un po' forzato e messo lì giusto per fare qualche battuta ed interrompere il tono drammatico.
Michael Giacchino ancora una volta azzecca la colonna sonora che non risulta essere ingombrante bensì dà un tono drammatico quando serve. La tecnica cinematografica si è evoluta tantissimo in questi 6 anni tanto da riuscire a mostrare dei primissimi piani con un realismo sconcertante.
Matt Reeves ci dimostra che può venire fuori un bel film anche da un blockbuster, che non è solo intrattenimento ma anche drammaticità ed epicità. Diventa a sorpresa il mio terzo film preferito del 2017. Se vi interessa sapere la mia sul film in modo più approfondito, caricherò a breve la recensione su youtube.
Voto:8.5
#waroftheplanetoftheapes#lordoftherings#gameofthrones#hbo#truedetective#fargo#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#killbill#lalaland#manchesterbythesea#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Recensione: prima stagione True detective(2014-)
Nel 1995 ai detetctive Marty e Rusth Cole, partner nella polizia della Louisiana, viene assegnata l'indagine su un macabro omicidio commesso da un killer con un'inquietante propensione per l' occultismo. Mentre cercano di scoprire la verità, le loro stesse vite cominciano ad entrare in collisione e ad intrecciarsi. Nel 2012, quando un omicidio analogo porta alla riapertura del caso del '95 da parte di due poliziotti, Marty e Rust dovranno raccontare separatamente la storia della loro indagine e quale fosse allora il loro rapporto d'amicizia.
La serie scritta per la HBO da Nic Pizzolatto è stata la rivelazione dell'anno con un record d'ascolti e recensioni entusiaste da parte di tutta la critica del mondo. True detective è diretta benissimo per tutte le otto puntate da Carl Joji Fukunaga compreso un bellissimo piano sequenza di otto minuti alla fine della quarta puntata.
La sceneggiatura è spettacolare e trasmette al meglio le sfumature filosofiche, in grado di esplorare i lati più oscuri dell'animo umano con bravura ed intelligenza. La fotografia di Arkapaw riflette in pieno la natura paludosa e oscura e "Far from any road" ti entra in testa e ti fa godere la sigla al massimo. McConaughey e Harrelson danno prova della loro bravura ed avrebbero sicuramente meritato il golden globe per aver interpretato due personaggi completamente opposti ma uniti da un amicizia culminata con le lacrime di Rusth nell'ultimo episodio. Ultimo episodio che è un crescendo di emozioni culminato con la scoperta del killer.
È una serie spettacolare, coinvolgente ed incantevole, la miglior miniserie mai fatta nella storia.
Se volete saperne di più domani farò la recensione più dettagliata su youtube.
Voto:10
#truedetective#hbo#tvseries#gameofthrones#fargo#netflix#sherlock#breakingbad#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#lalaland#manchesterbythesea#hacksawridge#caseyaffleck#nocturnalanimals#logan#dicaprio

Recensione: Spiderman homecoming(2017)
Avevo un hype grandissimo per questo film amando fin da piccolo il personaggio di Spiderman.
Molti però all'idea di un'ennesima trasposizione cinematografica dopo la triologia di Raimi e i due Amazing Spideman non erano del tutto entusiasti. Ma in questo film il personaggio è stato trattato alla perfezione negli altri cinque Peter Parker era troppo creciuto e responsabile per la sua giovane età(forse complice anche l'alta età degli attori). Tom Holland non tradisce le attese e interpreta Peter Parker alla perfezione. È un giovane adolescente che vuole fare l'eroe e mettersi in gioco ma con i molteplici problemi che l'adolescenza comporta.
Vista la giovane età del cast avevo paura che il film cadesse nella banale trappola del teen movie ma anzi le atmosfere scolastiche risultano essere divertenti e ben azzeccate.
I comprimari sono quasi tutti realizzati bene, diciamo che Zia May è stata ringiovanita un po' troppo e che si è sentita la mancanza di una figura paterna rappresentata da Zio Ben.
Il suo primo amore adolescenziale non è troppo stereotipato e la figura della famosa star di Disney Channel Zendalia è irritante e fuori luogo. Il villain(provocazione al Birdman di Innaritu) funziona alla grande con un Michael Keaton in gran forma che interpreta un cattivo che ha le sue ragioni, ovvero mantenere la sua famiglia e questo lo rende ancora più credibile.
La presenza di Tony Stark non è ingombrante bensì è gestita bene e con moderazione.
È un film divertente, adrenalinico e che non annoia mai cosa che era mancata a Maguire e Garfield. Se volete saperne di più sul mio parere andate a vedere la mia recensione su youtube che caricherò a breve.
Bentornato a casa Spidey
Voto:8
#spidermanhomecoming#spiderman#tomholland#marvel#logan#wonderwoman#ironman#avengers#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#killbill#lalaland#manchesterbythesea#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals

Recensione: Inception (2010)
La prima cosa che bisogna dire riguardo al film è di non guardarlo se volete passare una serata tranquilla che non richieda uno sforzo eccessivo da parte del vostro cervello, perché Inception nei primi trenta minuti è indecifrabile e solo dopo un po con la mente concentrata riuscirete a capirci qualcosa. Non proverò neanche ad accennare la trama perché risulterebbe essere un pastrocchio senza capo nė coda. Il film è basato tutto sul sogno e su come è strutturato il nostro subconscio, i personaggi infatti dovranno capire in molteplici occasioni quali siano le cose reali e quali no con il rischio di rimanere intrappolati in un sogno. Per aiutarsi hanno a disposizione un totem che permette loro di collegarlo al mondo reale.
Tutto il cast fa un ottimo lavoro, nessuno spicca particolarmente tranne il buon vecchio Di Caprio che con questo film conferma di essere un grandissimo attore. Il ruolo che interpreta è molto simile a quello in cui ha recitato in Shutter Island proprio quello stesso anno.
Mi ha leggermente deluso Marion Cotillard che colpa anche del poco spazio a disposizione non riesce ad entrare bene nel personaggio ed in alcuni casi risulta anche piuttosto pesante.
La fotografia è spettacolare le immagini in assenza di gravità, quelle in combattimento sono strepitose e ricordano per alcuni versi quelle di Matrix.
La colonna sonora è semplicemente da pelle d'oca è una delle più belle colonne sonore nella storia del cinema e il merito è tutto di Hans Zimmer che si conferma uno dei più grandi è che a breve rivedremo di nuovo insieme a Nolan con Dunkirk. Nolan si conferma uno dei miei registi preferiti con film come Inception, memento, Interstellar e il cavaliere oscuro.
È un film quasi perfetto con un comparto tecnico eccellente e con una regia mozzafiato.
Voto:9
#inception#dicaprio#nolan#thedarknight#batman#thelionking#memento#interstellar#oscar#cinema#movie#instagram#likeforlike#instagramlike#tarantino#pulpfiction#djangounchained#reservoirdogs#killbill#lalaland#manchesterbythesea#caseyaffleck#hacksawridge#nocturnalanimals#logan

Most Popular Instagram Hashtags