frafacchinetti frafacchinetti

2692 posts   720590 followers   3581 followings

frafacchinetti  Iscrivetevi GRATIS al nostro gruppo DIGITALIZATION a questo LINK 👇

https://goo.gl/bcrbTE

Ho smesso di lavorare su me stesso un po' di anni fa. In tanti mi hanno dato del pazzo, ma io ho sempre creduto di essere molto più bravo a scovare il talento altrui che a coltivare il mio. Non mi sono mai sentito un TOP PLAYER ma piuttosto un mediano, mi è sempre piaciuto recuperare la palla e far segnare chi se lo meritasse. Detto questo, c'è una cosa che AMO veramente fare: PRESENTARE. Lo faccio sin da quando ero piccolo e, essendo uno che ama comunicare, è stata la mia passione. Ho presentato programmi di grande successo e vinto diversi Oscar della TiVù italiana. A dire il vero mi è capitato anche di fare disastri, ma quello mi succede sempre, se no non sarei io fino in fondo😄. Oggi sono qua a scrivere questo post perché ho una grande notizia da darvi: tornerò a fare il lavoro che amo. Anche quest'anno ripresenterò, il 9 Settembre, Miss Italia. L'anno scorso è stato l'anno dei RECORD: massimo ascolto su La7 e la Miss Italia più giovane degli ultimi 14 anni. Incrociamo le dita anche per quest'anno, e ci vediamo in TiVu!

«Nella mia vita ho sbagliato più di novemila tiri, ho perso quasi trecento partite, ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l'ho sbagliato. Ho fallito molte volte ed è per questo che, alla fine, ho vinto tutto.» (Michael Jordan)

Nessuno sa quanto mi manchi quando non sei con me..

Sono ancora piccolo, ma un giorno sarò grande e forte e ti proteggerò da incubi, zanzare, insicurezze, mal di pancia, bulli, solitudine e cattivi ragazzi.

Il 19 luglio 1992 la vigliaccheria della mafia colpiva per la seconda volta nell'arco di meno di due mesi il cuore della nostra nazione. E per cuore non parlo di istituzioni. Con Paolo Borsellino e la sua scorta, come con Giovanni Falcone prima di lui, non moriva un magistrato. Non moriva semplicemente un uomo di legge - non era quella che Cosa Nostra voleva sconfiggere - ma moriva un uomo di giustizia. La giustizia che troppe volte in questo paese viene deposta in favore della convenienza. La convenienza di avere una vita tranquilla, di non doversi guardare le spalle, e magari di guadagnare quel milioncino in più che fa sempre comodo.
Oggi le istituzioni e i cittadini ricordano un uomo che ha dato la vita per alzare la testa e guardare in faccia la mafia, con la m minuscola. Ci saranno cerimonie, frasi di rito e sicuramente buoni propositi. Tutti oggi abbiamo nel cuore il nome di uomini che sono diventati un simbolo, qualcosa di più grande rispetto a ciò che noi potremo mai essere.
E allora il mio augurio è solo uno: che Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, che tutti gli uomini morti o rovinati da questa montagna di merda chiamata mafia, possano ispirarci ad essere almeno un decimo degli uomini e donne che erano loro. Ad alzare ogni giorno la testa e a guardare in faccia chi si propone come scorciatoia, o come aguzzino.
È difficile, e spesso arriva con costi altissimi. Ma più che qualche statua e tante buone parole, noi dobbiamo loro questo: seguire il percorso che hanno tracciato. "Non ho mai chiesto di occuparmi di mafia. Ci sono entrato per caso. E poi ci sono rimasto per un problema morale. La gente mi moriva attorno."
Paolo Borsellino
19 Luglio 1992

«Il perdono libera l'anima, rimuove la paura. È per questo che il perdono è un'arma potente.» (Nelson Mandela)
Tanti auguri ad una persona straordinaria.

#NelsonMandelaInternationalDay

Vorrei fare un esperimento con voi: provate a concentrarvi per un momento e pensate a quali siano i lavori più importanti per il futuro del nostro paese. Sicuramente molti avranno pensato a Medici, poliziotti, ricercatori, infermieri, e così via discorrendo. Ma credo che uno dei primi mestieri che verrà in mente a chi come me ha figli, e a molti altri, sia quello dell'insegnante. Dalle elementari al liceo, noi dividiamo con queste persone il compito difficilissimo di crescere ed educare i nostri ragazzi. Abbiamo bisogno di fidarci, e vogliamo siano uomini e donne capaci, entusiasti ma soprattutto motivati. E invece - tra le tante cose in cui siamo tra gli ultimi in Europa - c'è anche questo. E so che un sacco di gente leggendomi penserà: "ma da che pulpito, lui fa la bella vita e poi parla di insegnanti che fanno la fame". Ecco, a queste persone vorrei rispondere che purtroppo non sono abbastanza ricco per risolvere un problema di questa entità, e fidatevi che anche questo mi fa incazzare come una faina. Perché vorrei davvero tanto poter fare qualcosa per avere la certezza che quando lascio i miei bambini a scuola le insegnanti debbano preoccuparsi solo di loro, e non di come potranno fare a tirare a fine mese con uno stipendio da fame. In fondo i dati parlano chiaro: un professore di liceo in Italia, dopo 15 anni di carriera spesso non arriva a 1500 euro netti al mese, per non parlare degli oceani di precari che secondo me queste cifre se le sognano. In Germania un docente con la stessa carriera ne guadagna quasi 6000 mentre in Lussemburgo si superano gli 8000 euro al mese. Ragazzi, persino in Spagna - sconvolta come noi dalla crisi - si parla di quasi 4000 euro. Ora io mi chiedo: ma un ragazzo bravo, sveglio e preparato, con una vera passione in una qualche materia, perché dovrebbe avere il sogno di mettersi ad insegnare facendo la fame? Perché stiamo rendendo l'insegnamento un lavoro da martiri, o un piano di riserva? (continua)

Se volete leggere la versione integrale, la potete trovare su www.francescofacchinetti.it

Dopo gli Stark, i Lannister, i Targaryen, i Baratheon, i Greyjoy e i Tyrell, nella settima stagione de "Il Trono di Spade" ci sarà un'altra casata: i "#TheFacchinettis". L'inverno è arrivato. TONIGHT, IS THE NIGHT!
#GameOfThrones

A volte, un piccolo aiuto, è tutto ciò di cui hai bisogno. (1945)

Ai responsabili degli incendi che stanno piegando l'Italia posso dire solo una cosa: siete delle merde senza ritegno, fate schifo.

Io sarò sempre lì, fermo ad osservarvi senza disturbare. Che la vita vi regali sempre il sole in faccia e il vento ad accarezzarvi. Non fermatevi mai e non abbiate paura di sbagliare, papà sarà sempre con voi.

Amore ❤️, già fa caldo...

Most Popular Instagram Hashtags