aliceofm aliceofm

947 posts   990 followers   381 followings

Alice  Scrivo di cucina. E di libri. E di fatti miei. Un fritto misto, insomma. Torino operazionefrittomisto@gmail.com

Sto cominciando ad accettare di essere più avvezza ad avere le mani sporche di acquerelli, che di timbri delle discoteche. È così, c'è chi tiene in mano un bicchiere di angelo azzurro e chi di acqua sporca di blu Winsor.
Non rientra nella mia indole accettarmi per quel che sono, ma ad un certo punto la propria vita va disegnata come pare e piace: io sarò pur libera di farla piena di zucche, no?

A Porta Palazzo un contadino con il viso crepato come terra brulla sotto il sole, mi ha salutata con "cerea madamin". Nello stesso momento, un ragazzo della bancarella vicina ha accolto un cliente con "as-salam haleik", affondando le mani color cacao zuccherato in una schiera ordinata di albicocche arrivate da chissà dove.
Una ragazza orientale mi è salita sui piedi con il passeggino vuoto su cui aveva appoggiato le borse della spesa, e ha proseguito senza un accenno di imbarazzo; una bambina più scura del mogano, con delle gemme nere al posto degli occhi, si è staccata dalla mano della mamma per salutarmi, reggendo ben saldo il grissino brandito nell'altra; una signora anziana di nome Laura mi ha regalato una manciata di caramelle, perché sono stata carina a scambiare quattro chiacchiere con lei; "Mi scusi se sono poche, le do quelle che rimangono", mi ha detto scuotendo il sacchetto che aveva nella borsa appoggiata nel cestino della bicicletta.

E ora dimmi, devo ancora spiegare perché sono innamorata persa di Porta Palazzo?

L'ukulele è lo strumento più distante dal mio modo di essere: in hawaiano significa "pulce che salta", e sebbene non abbia fonti certe a confermarlo, sono alquanto sicura che Alice voglia dire "ghiro che dorme". È che io sono da attrazione per l'opposto.
Fotograficamente parlando ho un debole per il negativo che riesce a sviluppare in chiare le proprie aree scure, per ciò che è contrario e complementare. Come il negativo di una fotografia, come l'ultimo pezzo di un puzzle, come l'opposto che ti regala un nuovo ukulele dopo che il vecchio è rimasto menomato in caduta.

La felicità distrae dalle passioni. È il caso che io ricominci a fotografare oggetti a caso su tavoli scuri.

Al bunkers del Carmel (un vecchio bunker dal quale si può avere una vista di 360° su Barcellona) ho scoperto che gli adolescenti escono (in luoghi affollati!), bevono (alcolici!) e fumano (canne!). Ora mi chiedo: ma solo io da ragazzina ero brutta, con pochi amici e perennemente chiusa in casa a leggere libri?

Siano santificati i biscotti e gli acquerelli.

L'egemonia razziale è quanto di più disgustoso possa esistere. E in quanto superiorità supposta andrebbe inserita in un solo posto, e l'unica camera che dovrebbe vedere è quella da bagno.
Ci mangiamo su, ok?

Queste due sono degli esemplari di purissima razza meticcia di strada (perché scegliere una razza quando puoi averne decine concentrate in un solo cane?). Trovate sul ciglio di una strada di San Giovanni Rotondo ad ottobre, mandate all'ombra della Mole a metà gennaio, sono state battezzate Phoebe Buffay (la piccoletta tricolore) e Frida Khano (la bionda ingombrante). Mangiano, dormono, scorreggiano.
Direi che per ora è tutto.

Se la vita ti da il gelo, tu sforna calorie (e annega in un mare di plaid, e fatti scompigliare dagli abbracci, e poltrisci fino a non sentire più le gambe). #feliceadesso #felicemarzo

La panetteria vicino casa sta ristrutturando il negozio, così ho preso l'abitudine di fare il pane in casa. Farina, acqua, lievito e sale. Gli ingredienti sono semplici, la lavorazione è impegnativa. E forse sono proprio quei passaggi lunghi a farmi vedere il pane come un gesto d'amore: è un po' come dire ti voglio così bene da occupare il tempo libero con un miscuglio appiccicoso.
(Poi c'è il pane in foto, che non ha lievito e si prepara e cuoce in un'ora - lo testo un altro paio di volte e spaccio la ricetta).

Caffè. Cacao. Cannella.
Il profumo della dispensa di mia nonna.

Da grandi impasti derivano grandi brioches.

Most Popular Instagram Hashtags